Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Centro Studi Turistici | Turismo e Borghi d'Italia | Maggio 2017

374 vues

Publié le

Focus BORGHI d’ITALIA verso la XXI edizione della Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia
http://www.peremiliaromagna.it/focus-borghi-ditalia/

Giovedì 18 Maggio, la mattina
A Bologna, Pinacoteca Nazionale – Aula Gnudi
Via Belle Arti, 56

Sono 5.568 i comuni al di sotto dei 5.000 abitanti in Italia (69,8% del totale), tali da rientrare nella categoria dei Borghi, secondo la Direttiva emanata dal Ministro Franceschini il 2 dicembre 2016, e che il 15 di febbraio 2017 ha visto l’avvio dell’Anno dei Borghi.

L’incidenza dei Comuni con meno di 5 mila abitanti nelle Regioni è molto variabile. Quasi tutti gli ambiti della Valle d’Aosta rientrano in questa categoria, circa un terzo della regione Puglia.

Stando ai dati Istat, che cataloga le località italiane in base alla risorsa turistica prevalente, il 63,7% dei borghi non rientra in una tipologia definita, il 19,4% è classificato come ″località montana‶, il 10,5% come ″località collinare‶.

Dalla fotografia delle caratteristiche dei Borghi Italiani, alla portata turistica: offerta e andamenti della domanda.

Keynote Speaker
Alessandro Tortelli
Direttore Scientifico Centro Studi Turistici

Publié dans : Données & analyses
  • Soyez le premier à commenter

Centro Studi Turistici | Turismo e Borghi d'Italia | Maggio 2017

  1. 1. Turismo nei Borghi d’Italia Anno 2017 Alessandro Tortelli Direttore CST Firenze
  2. 2. 2017: L’ANNO DEI BORGHI IN ITALIA Per iniziativa del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, il 2017 è l’“Anno dei Borghi in Italia” L’obiettivo è valorizzare il patrimonio artistico, naturale e umano di luoghi definiti nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo come una componente determinante dell’offerta culturale e turistica del Paese La direttiva del 02-12-2016 costituisce il Comitato per i Borghi turistici italiani e avvia l’elaborazione di linee guida e modelli per favorire l’organizzazione di un Forum Nazionale sui Borghi, realizzare l’“Atlante dei Borghi d’Italia” e introdurre il riconoscimento annuale di “borgo smart” per la comunità locale dimostratasi più attiva nell’ambito dell’innovazione dell’offerta turistica
  3. 3. I BORGHI ITALIANI Dalla punta più settentrionale fino al lembo più a sud della Sicilia, l’Italia è costellata di borghi, noti per bellezza, storia e tradizioni. Tutelare e valorizzare adeguatamente questi tesori è un dovere imprescindibile nonché una grande opportunità. Sono 5.568 i comuni al di sotto dei 5.000 abitanti in Italia (69,8% del totale), tali da rientrare nella categoria dei Borghi. Fonte: elaborazione CST Firenze
  4. 4. I BORGHI NELLE REGIONI ITALIANE Incidenza dei Comuni con meno di 5mila abitanti nelle Regioni Italiane L’incidenza dei Comuni con meno di 5 mila abitanti nelle Regioni è molto variabile. Quasi tutti gli ambiti della Valle d’Aosta rientrano in questa categoria, circa un terzo della regione Puglia
  5. 5. L’INCIDENZA A LIVELLO NAZIONALE Oltre 10 milioni di residenti nei comuni considerati, pari al 16,5% della popolazione totale I borghi occupano una superficie di circa 163 mila km2, pari al 54,0% del territorio nazionale Sono 61,5gli abitanti per km2, un valore nettamente inferiore rispetto ai 200,8 abitanti per km2 dell’intero Paese Fonte: elaborazioni su CST Firenze su dati Istat
  6. 6. LE TIPOLOGIE DI LOCALITÀ Stando ai dati Istat, che cataloga le località italiane in base alla risorsa turistica prevalente, il 63,7% dei borghi non rientra in una tipologia definita; il 19,4% è classificato come ″località montana‶, il 10,5% come ″località collinare‶. Più bassa la quota riferita alle altre tipologie Fonte: elaborazioni CST Firenze su dati Istat
  7. 7. La COMPOSIZIONE DELL’OFFERTA RICETTIVA Nei 5.568 borghi italiani sono presenti oltre 51 mila esercizi ricettivi e quasi 1,4 milioni di posti letto, rispettivamente pari al 30,5% e al 27,9% del totale dell’offerta nazionale. La tipologia di alloggio prevalente è l’extralberghiero, con una quota del 78% di esercizi e del 58% di posti letto Letti Alberghieri 42,0% Letti Extralberghieri 58,0% L’83% dei borghi italiani con almeno una struttura ricettiva Fonte: elaborazioni CST Firenze su dati Istat
  8. 8. Il TREND DELL’OFFERTA RICETTIVA I posti letto totali nei borghi italiani sono complessivamente aumentati tra il 2010 e il 2015 del 2,3% (+31 mila unità), a un ritmo di crescita media annua del +0,5% (+0,8% a livello generale) Variazione % posti letto nei Borghi a livello regionale – Periodo 2010 - 2015 Abruzzo 6,6% Molise 6,7% Basilicata -1,9% Piemonte 6,5% Calabria -5,9% Puglia 24,7% Campania -9,0% Sardegna 5,1% Emilia – Romagna 0,3% Sicilia -0,3% Friuli – Venezia Giulia 5,7% Toscana 7,3% Lazio 1,6% Trentino – Alto Adige -0,1% Liguria -0,4% Umbria -0,5% Lombardia 0,9% Valle d’Aosta 2,6% Marche 12,3% Veneto -3,2% Totale Borghi Italiani +2,3% Fonte: elaborazioni CST Firenze su dati Istat
  9. 9. La DIMENSIONE DELLA DOMANDA TURISTICA Si stima che la domanda turistica nei borghi italiani sia stata (anno 2016) di 21,3 milioni di arrivi e di 89,5 milioni di presenze, rispettivamente il 18,6% e il 22,3% del totale nazionale. Prevale leggermente il turismo nazionale, con il 50,4% delle presenze. La permanenza media è stata di 4,2 notti (3,5 notti in Italia) * Stime CST Firenze su dati Istat
  10. 10. La STAGIONALITÀ DELLA DOMANDA TURISTICA La distribuzione mensile delle presenze domestiche nei borghi italiani riflette la tipica stagionalità degli italiani che concentrano i flussi nel mese di agosto (30,0% del totale) mentre gli stranieri si distinguono per un flusso più omogeneamente ripartito in tutto il periodo estivo e per una stagionalità meno accentuata. Fonte: elaborazioni CST Firenze su dati Istat
  11. 11. Il TREND DELLA DOMANDA TURISTICA Dopo 3 anni di calo, le presenze nei borghi italiani sono tornate a crescere nel 2015 e si confermano in aumento nel 2016. +3,4% (+2,7 mln) il saldo del periodo 2010-2016; gli arrivi sono cresciuti del +14,4% (+2,7 mln) Totale Italia: +15,8% arrivi, +6,9% presenze Turisti Italiani Turisti Stranieri -10,4% +22,6% Totale Italia: -3,7% Totale Italia: +20,5% La quota del mercato estero è cresciuta dal 41,8% del 2010 al 49,6% del 2016 Presenze in mln * Stime CST Firenze su dati Istat
  12. 12. “I Borghi più belli d’Italia” è un’associazione privata, nata nel 2001 su impulso dell’ANCI, volta alla promozione dei piccoli centri abitati italiani di "spiccato interesse storico e artistico" Regione Num. Totali Num. <5000 Regione Num. Totali Num. <5000 Liguria 21 19 Emilia – Romagna 13 8 Abruzzo 23 18 Campania 11 7 Umbria 26 18 Friuli – Venezia Giulia 10 7 Lombardia 20 15 Trentino – Alto Adige 9 6 Marche 23 14 Basilicata 6 5 Sicilia 19 13 Puglia 10 5 Lazio 18 12 Veneto 9 5 Calabria 11 11 Molise 4 4 Piemonte 11 10 Sardegna 5 2 Toscana 20 14 Valle d’Aosta 2 2 Totale Italia 271 (195) ADESIONI AI CIRCUITI NAZIONALI
  13. 13. ADESIONI AI CIRCUITI NAZIONALI La “Bandiera Arancione” è un importante marchio di qualità turistico-ambientale che il Touring Club Italiano conferisce ai piccoli borghi eccellenti dell’entroterra dal 1998 Regione Num. Totali Num. <5000 Regione Num. Totali Num. <5000 Piemonte 26 21 Sardegna 6 5 Toscana 38 21 Trentino – Alto Adige 8 4 Marche 21 18 Veneto 9 4 Liguria 15 14 Umbria 9 3 Emilia – Romagna 20 12 Campania 4 3 Lazio 19 11 Molise 4 3 Lombardia 12 8 Basilicata 2 2 Puglia 13 7 Sicilia 1 1 Calabria 6 6 Valle d’Aosta 1 1 Abruzzo 6 6 Friuli Venezia Giulia 2 0 Totale Italia (222) 150
  14. 14. “Borghi Autentici d’Italia” è un’Associazione che riunisce piccoli e medi comuni, enti territoriali ed organismi misti, attorno ad un obiettivo di un modello di sviluppo locale che sia sostenibile, equo, rispettoso dei luoghi e delle persone e attento alla valorizzazione delle identità locali Regione Num. Totali Num. <5000 Regione Num. Totali Num. <5000 Sardegna 57 40 Lazio 3 3 Puglia 78 38 Calabria 3 3 Abruzzo 34 29 Campania 2 2 Molise 18 14 Marche 2 2 Emilia Romagna 19 10 Lombardia 1 1 Friuli – Venezia Giulia 9 8 Trentino Alto Adige 1 1 Basilicata 7 7 Sicilia 3 1 Umbria 5 4 Liguria 2 0 Piemonte 1 0 Totale Italia 245 (163) ADESIONI AI CIRCUITI NAZIONALI
  15. 15. BORGHI TURISMO E PATRIMONIO ARTISTICO Sono 405 i comuni italiani che ospitano nel loro territorio dei patrimoni Unesco, il 64,2% dei quali sono borghi. I borghi rappresentano il 26,1% dei comuni con beni culturali riconosciuti di interesse da parte delle Istituzioni, pari all’11,1% del patrimonio totale. Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Ancitel
  16. 16. BORGHI TURISMO E AMBIENTE NATURALE I borghi rappresentano il 65,5%dei 2.087 comuni situati all’interno di parchi e aree naturali protette nazionali Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Ancitel 57 borghi fanno parte dell’Associazione “Greenways" che si propone di connettere e sviluppare le iniziative in atto sul territorio italiano relative alla costruzione e allo sviluppo di piste ciclabili
  17. 17. BORGHI TURISMO E PRODOTTI ENOGASTRONOMICI 567 comuni, di cui il 53,3% borghi 320 comuni, di cui il 57,8% borghi 213 comuni, di cui il 68,5% borghi 45 comuni, di cui il 40,0% borghi Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Ancitel
  18. 18. BORGHI TURISMO E STILE DI VITA 144 comuni, di cui il 44,4% borghi 77 comuni, di cui il 57,1% borghi 69 comuni, di cui il 30,4% borghi Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Ancitel
  19. 19. I BORGHI E GLI ITINERARI Le “Strade del Vino”, sono degli enti previsti con la Legge 27 luglio 1999, che prevede che le Regioni (o le Province autonome) definiscano dei percorsi segnalati e pubblicizzati con appositi cartelli, lungo i quali insistono valori naturali, culturali e ambientali, vigneti e cantine di aziende agricole singole o associate aperte al pubblico. L'idea è quella di creare uno strumento attraverso il quale i territori vinicoli e le relative produzioni possono essere divulgati, commercializzati e fruiti in forma di offerta turistica. 600 comuni, di cui il 45,0% borghi Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Ancitel
  20. 20. I BORGHI E I CAMMINI Il caso Emilia Romagna 2016 Anno dei Cammini d’Italia Oltre il 50,0% sono borghi Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Istat e Regione Emilia Romagna 2017 Anno dei Borghi d’Italia 110 comuni
  21. 21. I BORGHI E LE FERROVIE TURISTICHE Il caso Emilia Romagna Oltre il 67,0% sono borghi Fonte: elaborazione CST Firenze su dati Istat e FTI 2017 Anno dei Borghi d’Italia 40 comuni Associazione Ferrovie turistiche Italiane
  22. 22. IL BORGO DEI BORGHI 2017 – Venzone (UD) 2016 – Sambuca di Sicilia (AG) 2014 – Gangi (PA) 2015 – Montalbano Elicona (ME) Iniziativa promossa dalla trasmissione televisiva «Alle falde del Kilimangiaro» Il borgo vincitore viene decretato dalla somma dei voti espressi on line sul sito e da una giuria di esperti
  23. 23. BORGHI VIAGGIO ITALIANO Borghi – Viaggio Italiano è l’iniziativa di valorizzazione di circa 1.000 borghi, dall’entroterra alla costa, come luoghi del turismo lento, dell’autenticità, della qualità di vita. 4 percorsi: Borghi d’Italia, Borghi Storici Marinari, Terre Malatestiane e del Montefeltro e Paesaggi d’Autore
  24. 24. Turismo nei Borghi d’Italia Primi passi per un osservatorio nazionale del turismo nei borghi Via Piemonte 7 - 50145 Firenze Tel 055 3438733 - 055 3438720 Fax 055 301042 E-mail: info@cstfirenze.it - Web site: www.cstfirenze.it P.Iva: 01741530487 - Codice Fiscale: 80030550489

×