Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Carlo Malinconico - Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europee

483 vues

Publié le

L’avvocato Carlo Malinconico, esperto in Diritto Comunitario, descrive gli adeguamenti introdotti nel 2014 all’interno del codice civile, in seguito al recepimento delle direttive europee 23,24,25 focalizzate su una maggiora trasparenza negli appalti pubblici, nei principi di libera concorrenza e libero mercato. Dopo una presentazione iniziale, Carlo Malinconico focalizza la propria attenzione sulle nuove disposizioni generali, procedure, aggregazione e la conformazione della domanda, pubblicità e trasparenza, selezione dei partecipanti, criteri di aggiudicazione, esecuzione dell’appalto, subappalto ed infine le varianti in corso d’opera.

Publié dans : Droit
  • Soyez le premier à commenter

Carlo Malinconico - Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europee

  1. 1. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 1 Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europee Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  2. 2. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 2 Fondamento giuridico: rispettare i principi del TFUE e in particolare • libera circolazione delle merci, libertà di stabilimento e libera prestazione di servizi • principi di parità di trattamento, non discriminazione, mutuo riconoscimento, proporzionalità e trasparenza • garantire a tali principi effetto pratico e aprire gli appalti pubblici alla concorrenza • coordinare, oltre una certa soglia, le procedure nazionali di aggiudicazione Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  3. 3. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 3 Ambito soggettivo: − Amministrazioni aggiudicatrici (Stato, autorità regionali o locali) − Organismi di diritto pubblico − Imprese pubbliche e titolari di diritti speciali o esclusivi (settori speciali) Ambito oggettivo: − Appalti pubblici lavori, servizi forniture − Concorsi di progettazione Soglie e metodi di calcolo: − a) 5.186.000 EUR appalti pubblici di lavori; − b) 134.000 EUR (appalti pubblici di forniture e di servizi di autorità governative centrali − c) 207.000 EUR appalti pubblici di forniture e di servizi di amministrazioni subcentrali − d) 750 000 (servizi legali, ristorazione, sicurezza ecc.) − revisione biennale per adeguamento all'Organizzazione mondiale del commercio (AAP) Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  4. 4. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 4 Appalti misti Esclusioni (artt. 7-12) − Settori speciali (rinvio) − Comunicazioni elettroniche − Trattati internazionali − In house − Appalti di servizi tra enti pubblici Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  5. 5. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 5 Principi per l'aggiudicazione degli appalti (art. 18 ) − parità e non discriminazione − trasparenza e proporzionalità − rispetto del diritto ambientale, sociale e del lavoro Riservatezza (art. 21): − informazioni riservate da operatori economici (segreti tecnici o commerciali, aspetti riservati delle offerte). Comunicazioni (art. 22) − Tramite mezzi di comunicazione elettronici. − strumenti e dispositivi a carattere non discriminatorio, disponibili e compatibili con i prodotti TIC generalmente in uso, non di ostacolo all'accesso alla procedura Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  6. 6. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 6 Confermate: − aperta − ristretta − negoziata senza bando Nuove o modificate: − Procedura competitiva con negoziazione (sostituisce la procedura negoziata previa pubblicazione del bando) − Dialogo competitivo − Partenariato per l’innovazione punta a sviluppare prodotti, servizi o lavori innovativi e al successivo acquisto, a condizione che essi corrispondano ai livelli di prestazioni e ai costi massimi concordati. Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  7. 7. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 7 Presenza di una o più delle seguenti condizioni: 1. sono necessarie soluzioni immediatamente disponibili o soluzioni anche progettuali innovative; 2. sono necessarie negoziazioni a causa di circostanze particolari per la natura, complessità o impostazione finanziaria e giuridica dell'oggetto o a causa dei rischi connessi; 3. le specifiche tecniche non possono essere stabilite con sufficiente precisione dall'amministrazione aggiudicatrice; 4. V’è stata una precedente gara nella quale sono state presentate soltanto offerte irregolari o inammissibili. Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  8. 8. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 8 • Centrali di committenza (artt. 37) • Appalti congiunti occasionali (art. 38) • Appalti transborder (art. 39) • Accordi quadro (art. 33) • Sistemi dinamici di acquisizione (art. 34) • Appalti elettronici: • Aste elettroniche e cataloghi elettronici (artt. 35 e 36) Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  9. 9. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 9 Varianti − Autorizzazione o richiesta della Stazione appaltante − Specificazione dei requisiti minimi da rispettare e modalità specifiche di presentazione (in particolare se le varianti possono essere presentate solo ove sia stata presentata anche un’offerta non comprensiva di varianti) − Se autorizzate o richieste varianti, non si può escludere una variante per il solo fatto che, se accolta, configurerebbe un appalto di servizi anziché un appalto pubblico di forniture o viceversa. Divisione in lotti Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  10. 10. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 10 Pubblicità: −Pre-informazione −Bandi −Avvisi −Inviti −Informazioni Trasparenza −Procedure negoziate (rinvio) Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  11. 11. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 11 • Cause di esclusione (art. 57) • Criteri di selezione: requisiti economico finanziari e tecnico professionali • Requisiti di ammissione e elementi di valutazione delle offerte • Possibilità d’inversione dell’esame nelle procedure aperte (art. 56) • Documento di gara unico europeo e mezzi di prova (artt. 59 e 60) • Avvalimento (art. 63) • Riduzione del numero dei candidati (art. 65) • Riduzione del numero delle offerte e di soluzioni Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  12. 12. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 12 Criteri OEPV − miglior rapporto qualità/prezzo − comparazione costo/efficacia (ad es. costo del ciclo di vita − rilevanza requisiti soggettivi nella valutazione – art. 67 − Costi ciclo di vita (art. 68) − Conflitti d’interesse Minor prezzo. Criterio residuale − lavori di importo pari o inferiore a 1.000.000 di euro sulla base del progetto esecutivo; − servizi e forniture standardizzate o definite dal mercato; − servizi e forniture sotto soglia comunitaria, caratterizzati da elevata ripetitività, salvo casi di notevole contenuto tecnologico o a carattere innovativo Offerte anomale (art. 69) Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  13. 13. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 13 Subappalto (art. 71) Varianti contrattuali (lavori supplementari – art. 72) Risoluzione del contratto (art. 73) Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  14. 14. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 14 • v. articoli 71 direttiva 2014/24/UE e 88 direttiva 2014/25/UE • definizione: contratto avente ad oggetto attività del contratto di appalto ovunque espletate che richiedono l’impiego di manodopera • limite: 30% dell’importo complessivo • ulteriore limite: 30% su opere super specialistiche > 10% dell’importo totale dei lavori • obblighi di dichiarazione in sede di offerta: • lavori o servizi o forniture che intendono subappaltare, • terna di subappaltatori, qualora gli appalti siano d’importo pari o superiore alle soglie (art. 35) per i quali non è necessaria specializzazione. • l’obbligo per la stazione appaltante di procedere al pagamento diretto dei subappaltatori Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  15. 15. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 15 Caratteristiche dell’affidamento: − previa autorizzazione e − senza una nuova procedura di affidamento Onere di motivazione Competenza: RUP − comunicazione all’A.N.A.C. di modificazioni − mancata comunicazione o ritardo: responsabilità personale (sanzioni pecuniarie Nei lavori: direttore dei lavori propone varianti motivate Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014
  16. 16. Prof. Avv. Carlo Malinconico - 16 Il nuovo codice dei contratti pubblici e direttive europe Le direttive europee 23, 24 e 25 del 2014 Condizioni di ammissibilità: − le modifiche (compresa la revisione prezzi) sono previste in gara oppure − anche non inclusi nell'appalto iniziale ma • necessari e se • il cambiamento del contraente: 1) è impraticabile per motivi economici o tecnici o 2) comporta notevoli disguidi o una duplicazione dei costi. necessità determinata da circostanze impreviste e imprevedibili, ivi compresa la sopravvenienza di nuove disposizioni del principe; la modifica non altera la natura generale del contratto; se un nuovo contraente sostituisce quello iniziale a causa di una delle seguenti circostanze: 1) una clausola di revisione del bando 2) all'aggiudicatario iniziale succede altro operatore che soddisfi i criteri di selezione qualitativa iniziali 3) l'amministrazione aggiudicatrice si assume gli obblighi del contraente principale verso subappaltatori le modifiche non sono sostanziali. Nei documenti di gara si possono prevedere soglie di importi per consentire le modifiche

×