Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.
Classificazione e riconoscimento
a cura di Francesco Boffoli
Docente IISS “Basile Caramia”
Locorotondo


MALATTIA: è una deviazione, uno
sconvolgimento, delle normali funzioni vitali
(di ricambio o di sviluppo) dell’organism...
Le malattie degli organismi vegetali vengono
chiamate FITOPATIE.
Esse possono essere suddivise in:
 Fisiopatie (malattie ...
Sono causate da:
 Condizioni climatiche avverse (temperatura,
umidità e luce)
 Eccessi o carenze di nutrimento (sali
min...
Possono essere causate da:
 Agenti di malattia
Entità infettive (virus, fitoplasmi, rickettsie)
Batteri
Funghi
Piante fan...




La PATOLOGIA VEGETALE si occupa
prevalentemente delle malattie
provocate da agenti infettivi (virus,
fitoplasmi, ric...
La diagnostica fitopatologica è intesa come
l’accertamento dell’eziologia della
malattia/danno, la descrizione e la
compar...










Analisi visivo-comparativa dei sintomi
Campionamento
Camera umida

Analisi visiva
Analisi istologica
Cam...
Analisi visiva, comparazione dei sintomi e
analisi dei dati.
Rilevazione di:
1. Sintomatologia principale
2. Sintomi colla...
Campionamento
Il campione raccolto deve essere
rappresentativo di tutte le situazioni presenti
in campo.
Si raccolgono:
1....


(segue Campionamento)

Al campione va allegata
1. una mappa della zona d’indagine con
l’indicazione delle aree di preli...


Camera umida
Serve a creare un ambiente saturo di umidità
che faciliti la comparsa di alcuni patogeni
(generalmente fun...
Le analisi di laboratorio si svolgono in
laboratori specializzati e vengono eseguite
da fitopatologi o entomologi. Tali st...
Analisi entomologica
L’analisi dell’entomologo non richiede l’uso di
particolari attrezzature ma è basata
soprattutto sull...
Analisi fitopatologica
L’analisi del fitopatologo è più lunga e
complessa in quanto l’oggetto dell’analisi è un
microorgan...
1.

Analisi visiva
Viene effettuata ad occhio nudo dallo
specialista o tramite osservazioni con il
microscopio stereoscopi...
2.

Analisi istologica
E’ un’analisi microscopica su sezioni sottili,
fatte con il microtomo e con opportune
colorazioni. ...
3.

Isolamento in vitro
In molti casi non è possibile formulare con
le metodologie precedenti una diagnosi
certa pertanto ...
Testi e immagini sono tratti dall’opera:
Mario Ferrari; Elena Marcon; Andrea Menta
“Fitopatologia, entomologia agraria e
b...
Prochain SlideShare
Chargement dans…5
×

Le malattie delle piante

1 464 vues

Publié le

Uno slideshow dedicato alla classificazione delle malattie delle piante

Publié dans : Formation
  • Soyez le premier à commenter

Le malattie delle piante

  1. 1. Classificazione e riconoscimento a cura di Francesco Boffoli Docente IISS “Basile Caramia” Locorotondo
  2. 2.  MALATTIA: è una deviazione, uno sconvolgimento, delle normali funzioni vitali (di ricambio o di sviluppo) dell’organismo; può essere causata da fattori animati o inanimati.  DANNO: un attacco che danneggia l’organismo senza nessuna possibilità di reazione da parte dell’organismo stesso; il concetto di danno esprime l’incapacità della pianta di reagire a fattori esterni che le sono avversi. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  3. 3. Le malattie degli organismi vegetali vengono chiamate FITOPATIE. Esse possono essere suddivise in:  Fisiopatie (malattie non infettive o non parassitarie);  Malattie infettive;  Malattie parassitarie. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  4. 4. Sono causate da:  Condizioni climatiche avverse (temperatura, umidità e luce)  Eccessi o carenze di nutrimento (sali minerali, acqua, terreno)  Alterato rapporto di gas atmosferici  Traumi meccanici, ferite o traumi per agenti meteorici  Trattamenti antiparassitari o diserbanti non corretti a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  5. 5. Possono essere causate da:  Agenti di malattia Entità infettive (virus, fitoplasmi, rickettsie) Batteri Funghi Piante fanerogame  Agenti di danno Acari Insetti Nematodi Molluschi Vertebrati a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  6. 6.   La PATOLOGIA VEGETALE si occupa prevalentemente delle malattie provocate da agenti infettivi (virus, fitoplasmi, rickettsie) e microrganismi di origine vegetale (funghi e batteri) nonché delle fisiopatie e dei danni di natura ambientale L’ENTOMOLOGIA AGRARIA tratta dei danni provocati da animali (acari, insetti, nematodi, molluschi, vertebrati) a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  7. 7. La diagnostica fitopatologica è intesa come l’accertamento dell’eziologia della malattia/danno, la descrizione e la comparazione dei sintomi in modo preciso e corretto. La diagnostica si avvale di: • Indagini di campo • Indagini di laboratorio a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  8. 8.         Analisi visivo-comparativa dei sintomi Campionamento Camera umida Analisi visiva Analisi istologica Camera umida Isolamento in vitro e analisi microscopica Infezione in vivo a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  9. 9. Analisi visiva, comparazione dei sintomi e analisi dei dati. Rilevazione di: 1. Sintomatologia principale 2. Sintomi collaterali e apparentemente diversi 3. Dislocazione delle diverse sintomatologie nell’area considerata  a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  10. 10. Campionamento Il campione raccolto deve essere rappresentativo di tutte le situazioni presenti in campo. Si raccolgono: 1. Campioni delle sintomatologie a vari stadi 2. Varie parti di pianta 3. Parti di pianta apparentemente sane  a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  11. 11.  (segue Campionamento) Al campione va allegata 1. una mappa della zona d’indagine con l’indicazione delle aree di prelievo; 2. informazioni su: • Ambiente (clima e tipo di terreno) • Operazioni agronomiche • Coltivazioni precedenti • Vicinanza di strade, zone industriali a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  12. 12.  Camera umida Serve a creare un ambiente saturo di umidità che faciliti la comparsa di alcuni patogeni (generalmente funghi) latenti o nascosti nei tessuti vegetali. E’ utile nella comparazione dei sintomi. Si allestisce con una scatola Petri, della carta assorbente inumidita di acqua, un reticolo in plastica. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  13. 13. Le analisi di laboratorio si svolgono in laboratori specializzati e vengono eseguite da fitopatologi o entomologi. Tali strutture sono dislocate presso: 1. Ex Osservatori Regionali delle malattie delle piante (Servizi Fitosanitari Regionali) 2. Consorzi Fitosanitari Obbligatori 3. Istituti Tecnici e Professionali Agrari  a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  14. 14. Analisi entomologica L’analisi dell’entomologo non richiede l’uso di particolari attrezzature ma è basata soprattutto sull’abilità e l’esperienza dello specialista nel riconoscere : 1. Il parassita animale eventualmente presente nel campione 2. Il tipo di danno, risalendo da questo al parassita, utilizzando anche analisi microscopiche e istologiche  a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  15. 15. Analisi fitopatologica L’analisi del fitopatologo è più lunga e complessa in quanto l’oggetto dell’analisi è un microorganismo e spesso occorre provocarne l’evasione in substrati naturali o artificiali. In questo caso il campione che arriva in laboratorio è sottoposto alle seguenti analisi: 1. Analisi visiva 2. Analisi istologica 3. Isolamento in vitro  a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  16. 16. 1. Analisi visiva Viene effettuata ad occhio nudo dallo specialista o tramite osservazioni con il microscopio stereoscopico al fine di evidenziare eventuali microstrutture a livello della parte colpita. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  17. 17. 2. Analisi istologica E’ un’analisi microscopica su sezioni sottili, fatte con il microtomo e con opportune colorazioni. Essa più che evidenziare la presenza del patogeno ha lo scopo di mettere in relazione delle alterazioni citoistologiche con il sintomo osservato per poter formulare una diagnosi corretta. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  18. 18. 3. Isolamento in vitro In molti casi non è possibile formulare con le metodologie precedenti una diagnosi certa pertanto è necessario provocare l’“evasione” del patogeno tramite l’uso di una camera umida o meglio attraverso il suo isolamento in vitro. Quest’ultima tecnica è utilizzata per la ricerca di funghi e batteri. a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo
  19. 19. Testi e immagini sono tratti dall’opera: Mario Ferrari; Elena Marcon; Andrea Menta “Fitopatologia, entomologia agraria e biologia applicata” Calderini Edagricole Bologna 2001 a cura di Francesco Boffoli docente ITAS Basile Caramia Locorotondo

×