Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.
Avanzamento con clicclic del mouse  Avanzamento con del mouse
Occorrente: 2 chili di castagne 1 chilo di zucchero1 bustina di vanillina
Le castagne vanno lessate ma, per rendere più agevole la sbucciatura,le incidiamo con un coltellino, come per           fa...
Le mettiamo in una pentola alta, con acquaabbondante e facciamo bollire a fuoco vivace,  fino a completa cottura. I tempi ...
Consiglio: prepariamoci alla sbucciaturadelle castagne; mettiamo un po’ d’acqua         fredda In una bacinella
Quando le castagne saranno perfettamente cotte, spe-  gniamo il fuoco, ne preleviamo 4 o 5 per volta e le   immergiamo nel...
Ed eccole qui, private di entrambe le bucce.
Qualcuna si è rotta   ma credo sia    inevitabile: ricordiamoci chequesta operazione va fatta a caldo e… mica possiamo  br...
Ora prepariamo lo sciroppo: mettiamolo zucchero e mezzo litro di acqua in   una pentola abbastanza larga dacontenere (succ...
Mescoliamo continuamente, perché lo zucchero attacca facilmente al fondo;lasciamo bollire abbassando la fiamma,finché si g...
Poi lasciamo raffreddare: se lo zucchero sirapprendesse troppo (come vedete qui), lo  rimettiamo sul fuoco e facciamo boll...
Una volta intiepidito deve risultareuno sciroppo liquido come questo;
quando sarà a una trentina di gradi (pocomeno della nostra temperatura corporea), vi immergiamo le castagne sbucciate,copr...
Trascorso il tempo, scoliamo le castagne efacciamo ribollire lo sciroppo; poi lo lasciamo intiepidire (sempre a una trenti...
Dopo due volte che avrete fatto questa operazione,assaggiate; saranno già candite ma, se preferite,  ripetete un’altra vol...
Si possono consumare subito, ad esempio su uno sbuffo di panna montata, o utilizzarle per dolci particolarmente    golosi ...
Qualche esempio di     utilizzo
Per coinvolgere i bambini
E ancora: lo sciroppo così insaporito è utilizzabile perripetere con altri due chili di castagne: vedrete che viandranno a...
Lo sciroppo si può utilizzare anche per fare laMarronita (o “marronata”, come si dice a Roma)che è la marmellata di castag...
Prochain SlideShare
Chargement dans…5
×

Castagne candite (marrons glacés casalinghi)

Castagne candite all'italiana (marrons glacés)

  • Soyez le premier à commenter

  • Soyez le premier à aimer ceci

Castagne candite (marrons glacés casalinghi)

  1. 1. Avanzamento con clicclic del mouse Avanzamento con del mouse
  2. 2. Occorrente: 2 chili di castagne 1 chilo di zucchero1 bustina di vanillina
  3. 3. Le castagne vanno lessate ma, per rendere più agevole la sbucciatura,le incidiamo con un coltellino, come per farne le caldarroste.
  4. 4. Le mettiamo in una pentola alta, con acquaabbondante e facciamo bollire a fuoco vivace, fino a completa cottura. I tempi variano da fornello a fornello ma, dopo una ventina di minuti (da quando bolle) verifichiamo con l’assaggio.
  5. 5. Consiglio: prepariamoci alla sbucciaturadelle castagne; mettiamo un po’ d’acqua fredda In una bacinella
  6. 6. Quando le castagne saranno perfettamente cotte, spe- gniamo il fuoco, ne preleviamo 4 o 5 per volta e le immergiamo nell’acqua fredda; questo è il modo migliore che ho trovato per sbucciarle a caldo, senza scottarmi!
  7. 7. Ed eccole qui, private di entrambe le bucce.
  8. 8. Qualcuna si è rotta ma credo sia inevitabile: ricordiamoci chequesta operazione va fatta a caldo e… mica possiamo bruciarci le dita!
  9. 9. Ora prepariamo lo sciroppo: mettiamolo zucchero e mezzo litro di acqua in una pentola abbastanza larga dacontenere (successivamente) tutte le castagne sbucciate e portiamo a bollore a fuoco medio.
  10. 10. Mescoliamo continuamente, perché lo zucchero attacca facilmente al fondo;lasciamo bollire abbassando la fiamma,finché si gonfierà facendo delle grosse bolle in superficie. Ora possiamo spegnere, aggiungiamo la vanillina e mescoliamo.
  11. 11. Poi lasciamo raffreddare: se lo zucchero sirapprendesse troppo (come vedete qui), lo rimettiamo sul fuoco e facciamo bollire nuovamente, continuando a mescolare.
  12. 12. Una volta intiepidito deve risultareuno sciroppo liquido come questo;
  13. 13. quando sarà a una trentina di gradi (pocomeno della nostra temperatura corporea), vi immergiamo le castagne sbucciate,copriamo e lasciamo riposare una notte (dodici ore);
  14. 14. Trascorso il tempo, scoliamo le castagne efacciamo ribollire lo sciroppo; poi lo lasciamo intiepidire (sempre a una trentina di gradi) e vi rituffiamo le castagne lasciando riposare ancora 12 ore.Questa operazione va ripetuta ancora una volta, o di più se le preferite più dolci.
  15. 15. Dopo due volte che avrete fatto questa operazione,assaggiate; saranno già candite ma, se preferite, ripetete un’altra volta secondo il vostro gusto.
  16. 16. Si possono consumare subito, ad esempio su uno sbuffo di panna montata, o utilizzarle per dolci particolarmente golosi come gli esempi della prossima diapositiva;possono stare 2 o 3 giorni in frigorifero ma, se prevedetedi consumarle in tempi più lunghi, è preferibile congelarle oppure chiuderle in vasetti e farli bollire a bagnomaria - 15 minuti dal bollo -
  17. 17. Qualche esempio di utilizzo
  18. 18. Per coinvolgere i bambini
  19. 19. E ancora: lo sciroppo così insaporito è utilizzabile perripetere con altri due chili di castagne: vedrete che viandranno a ruba; fatte in casa, non sono “stucchevoli”ma gradevolmente dolci. (Ricordate, però che, proprio per questo, si conserveranno meno).
  20. 20. Lo sciroppo si può utilizzare anche per fare laMarronita (o “marronata”, come si dice a Roma)che è la marmellata di castagne … ma al saporespeciale di marrons glacés, a cui vi rimando per la prossima presentazione. Buone, dolci Feste a tutti! Grafica, realizzazione e testo: zafulla1@yahoo.it

×