Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.
#laculturachevince
Breve guida a come cambiare davvero
“Solo coloro che
sono abbastanza
folli da cambiare il
mondo lo
cambiano
davvero”.
Steve Jobs
La parola cambiamento è
una delle più utilizzate
nella nostra quotidianità.
Il bisogno di
cambiamento è diffuso e
intergenerazionale.
Cambia il modo di
comunicare, di lavorare,
di vivere.
«Il sogno dogmatico della
perfezione del mercato»
è finito.
Dalla crisi del capitalismo
globale finanziario uscirà
un mondo
profondamente cambiato.
Il senso del cambiamento
sarà verso “la
leggerezza, la rapidità,
l’esattezza, la visione, la
molteplicità”.
(Italo Calvino...
Il “nuovo mondo”
sarà una
piattaforma di
intensa, incisiva e
inclusiva
cooperazione.
Quale sarà il posto
dell’Italia in questo
mondo?
La politica ha una grande
opportunità, ma i
cittadini guardano con
sfiducia, distacco e
insofferenza alla politica.
Gran parte della
società non si sente più
rappresentata.
Sono come le due
metà di una mela.
difesa dello status quo sfiducia
C’è bisogno
più che mai di
Politica.
La Politica dovrà
rispondere al
cambiamento e alle
attese che esso genererà
nelle persone.
C’è la necessità di una
grande idea di Europa.
La spinta
all’innovazione viene
proprio dal Paese che è
stato l’epicentro della
crisi: gli Stati Uniti
d’America.
Come si
cambia
davvero?
1.democrazia
eguaglianza
innovazione.
La democrazia è:
regole - trasparenza -
legalità. Le istituzioni
regolano la crescita e ne
bilanciano pesi e poteri.
L’eguaglianza distribuisce
la ricchezza, fa
aumentare i consumi,
migliora la coesione
sociale.
L’innovazione migliora
l’ambiente e la vita delle
persone, crede nella
formazione dei nostri
figli, disegna il loro
futuro.
L’Italia possiede vitalità
nel mondo della ricerca,
della cultura, del lavoro e
dell’impresa.
E possiede qualcosa
che nessun altro paese
possiede.
Cultura
Storia
Paesaggio
Genio
Expo Milano 2015
Padiglione Zero
Grazie a tutto questo
possiamo affrontare con
coraggio le sfide del
futuro e del
cambiamento.
Da dove si comincia?
Dalle città, la culla dell’innovazione
1. Nel 1950 i centri urbani con oltre 1 milione di
abitanti erano 77
2. Nel 2015 so...
Cominciamo
da Roma.
Come si fa?
Rigeneriamo Roma.
Pochi punti, tutti fondamentali
1. Sicurezza
2. Mobilità
3. Decoro
4. Tutela e valorizzazione dei beni culturali
5. Turism...
1. Priorità alla sicurezza, per
restituire serenità e dignità alle
persone e decoro alla città.
Garantendo sempre i diritt...
2. Attenzione alle comunità locali,
con un grande progetto di
rigenerazione delle periferie e di
valorizzazione dei punti ...
3. Un sistema di investimenti
mirati e trasparenti per
incrementare il turismo.
4. Un grande ruolo per la cultura,
gli spazi sociali e le associazioni. I
luoghi di socialità - come
biblioteche, teatri, ...
La città
dell’innovazione.
Questa è una vera
sfida della modernità,
con cui misurarci tutti
e su cui costruire
risposte comuni e
alleanze inedite.
La missione è rimettere
Roma al centro delle
sfide del mondo nuovo.
(grazie)
scrivetemi su:
info@massimobray.it
Fb: Massimo Bray
Tw: @massimobray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Classe Dem - Massimo Bray
Prochain SlideShare
Chargement dans…5
×

Classe Dem - Massimo Bray

Intervento di Massimo Bray

  • Identifiez-vous pour voir les commentaires

Classe Dem - Massimo Bray

  1. 1. #laculturachevince Breve guida a come cambiare davvero
  2. 2. “Solo coloro che sono abbastanza folli da cambiare il mondo lo cambiano davvero”. Steve Jobs
  3. 3. La parola cambiamento è una delle più utilizzate nella nostra quotidianità.
  4. 4. Il bisogno di cambiamento è diffuso e intergenerazionale.
  5. 5. Cambia il modo di comunicare, di lavorare, di vivere.
  6. 6. «Il sogno dogmatico della perfezione del mercato» è finito.
  7. 7. Dalla crisi del capitalismo globale finanziario uscirà un mondo profondamente cambiato.
  8. 8. Il senso del cambiamento sarà verso “la leggerezza, la rapidità, l’esattezza, la visione, la molteplicità”. (Italo Calvino, Lezioni americane)
  9. 9. Il “nuovo mondo” sarà una piattaforma di intensa, incisiva e inclusiva cooperazione.
  10. 10. Quale sarà il posto dell’Italia in questo mondo?
  11. 11. La politica ha una grande opportunità, ma i cittadini guardano con sfiducia, distacco e insofferenza alla politica.
  12. 12. Gran parte della società non si sente più rappresentata.
  13. 13. Sono come le due metà di una mela.
  14. 14. difesa dello status quo sfiducia
  15. 15. C’è bisogno più che mai di Politica.
  16. 16. La Politica dovrà rispondere al cambiamento e alle attese che esso genererà nelle persone.
  17. 17. C’è la necessità di una grande idea di Europa.
  18. 18. La spinta all’innovazione viene proprio dal Paese che è stato l’epicentro della crisi: gli Stati Uniti d’America.
  19. 19. Come si cambia davvero?
  20. 20. 1.democrazia eguaglianza innovazione.
  21. 21. La democrazia è: regole - trasparenza - legalità. Le istituzioni regolano la crescita e ne bilanciano pesi e poteri.
  22. 22. L’eguaglianza distribuisce la ricchezza, fa aumentare i consumi, migliora la coesione sociale.
  23. 23. L’innovazione migliora l’ambiente e la vita delle persone, crede nella formazione dei nostri figli, disegna il loro futuro.
  24. 24. L’Italia possiede vitalità nel mondo della ricerca, della cultura, del lavoro e dell’impresa.
  25. 25. E possiede qualcosa che nessun altro paese possiede.
  26. 26. Cultura
  27. 27. Storia
  28. 28. Paesaggio
  29. 29. Genio
  30. 30. Expo Milano 2015 Padiglione Zero
  31. 31. Grazie a tutto questo possiamo affrontare con coraggio le sfide del futuro e del cambiamento.
  32. 32. Da dove si comincia?
  33. 33. Dalle città, la culla dell’innovazione 1. Nel 1950 i centri urbani con oltre 1 milione di abitanti erano 77 2. Nel 2015 sono 501 3. Nel 2030 saranno 601 4. Il 30% del PIL globale proviene dalle 100 città più popolose.
  34. 34. Cominciamo da Roma.
  35. 35. Come si fa?
  36. 36. Rigeneriamo Roma.
  37. 37. Pochi punti, tutti fondamentali 1. Sicurezza 2. Mobilità 3. Decoro 4. Tutela e valorizzazione dei beni culturali 5. Turismo 6. Innovazione
  38. 38. 1. Priorità alla sicurezza, per restituire serenità e dignità alle persone e decoro alla città. Garantendo sempre i diritti, ma anche definendo i doveri dei cittadini.
  39. 39. 2. Attenzione alle comunità locali, con un grande progetto di rigenerazione delle periferie e di valorizzazione dei punti di accesso in città.
  40. 40. 3. Un sistema di investimenti mirati e trasparenti per incrementare il turismo.
  41. 41. 4. Un grande ruolo per la cultura, gli spazi sociali e le associazioni. I luoghi di socialità - come biblioteche, teatri, cinema - devono essere degni della Capitale d’Italia.
  42. 42. La città dell’innovazione.
  43. 43. Questa è una vera sfida della modernità, con cui misurarci tutti e su cui costruire risposte comuni e alleanze inedite.
  44. 44. La missione è rimettere Roma al centro delle sfide del mondo nuovo.
  45. 45. (grazie) scrivetemi su: info@massimobray.it Fb: Massimo Bray Tw: @massimobray

×