SlideShare une entreprise Scribd logo
La
Montagna
Fiorentina
Un progetto di rigenerazione
culturale e sociale nei comuni
di Londa e San Godenzo
2
La Montagna Fiorentina
Territorio
Spopolamento e
invecchiamento della
popolazione
Carenza di servizi
per residenti e turisti
Patrimonio culturale e
naturalistico
Rigenerazione territoriale innescata
con le leve di arte, cultura e natura
Territorio
Fragilità Ricchezza
Potenziale
3
La Montagna Fiorentina
Obiettivi generali
1
Aumentare
l’attrattività
turistica del
territorio
2
Migliorare
l’accessibilità ai
luoghi attrattivi
3
Favorire i processi
di innovazione
4
Riaffermare
la Montagna
come luogo
di benessere
4
La Montagna Fiorentina
Principi generali Next Generation EU
1
Tutela
dell’ambiente
2
Parità
di genere
3
Persone
con disabilità
4
Giovani
5
La Montagna Fiorentina
12 Interventi
Interventi
immateriali
9
Interventi
materiali
3
6
La Montagna Fiorentina
Chalet del Lago
Londa
Intervento 1
Costruzione di collaborazioni e partnership per la co-progettazione e gestione di beni e servizi
Intervento 7
Costruzione di itinerari di visita
Intervento 4
Residenze di artisti
Intervento 8
Palazzo Del Campana
San Godenzo
Intervento 2
Centro culturale ed espositivo
Palazzo Del Campana
Intervento 3
Piattaforma web
Intervento 11
Strategia di comunicazione
Intervento 12
Mappatura degli spazi in
disuso e co-progettazione
Intervento 10
Local Living Lab
Intervento 9
Festival della Montagna Fiorentina
Intervento 6
Programmazione culturale continuativa
Intervento 5
Interventi
7
La Montagna Fiorentina
Interventi
Chalet del Lago
Londa
Intervento 1
Costruzione di collaborazioni e partnership per la co-progettazione e gestione di beni e servizi
Intervento 7
Costruzione di itinerari di visita
Intervento 4
Residenze di artisti
Intervento 8
Palazzo Del Campana
San Godenzo
Intervento 2
Centro culturale ed espositivo
Palazzo Del Campana
Intervento 3
Piattaforma web
Intervento 11
Strategia di comunicazione
Intervento 12
Mappatura degli spazi in
disuso e co-progettazione
Intervento 10
Local Living Lab
Intervento 9
Festival della Montagna Fiorentina
Intervento 6
Programmazione culturale continuativa
Intervento 5
8
La Montagna Fiorentina
Chalet del Lago Londa
Rendering di progetto
9
La Montagna Fiorentina
Chalet del Lago Londa
Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro,
d.lgs. n. 81, 2008
Regolamento d'igiene Comune di Londa, in
conformità al capo VI della l.r. Toscana n. 62
del 23 novembre 2018
Posti a sedere tot. 40
Superficie totale 66,3 m²
Superficie minima per posto a sedere 1 m²
Altezza 3,1 m
Cucina 15 m² fino a 30 posti a sedere, poi
0,3 m² in più per ogni postazione, 18 m²
Superficie cucina 24,2 m²
Vano dispensa non inferiore a 6 m²
Superficie vano dispensa 6,1 m²
Superficie per posto a sedere 1,65 m²
Pavimentazione e rivestimento area preparazione alimenti h 2 m
in materiale facilmente lavabile, disinfettabile e sanificabile
Rivestimento in materiale facilmente lavabile,
disinfettabile e sanificabile
Ristorante
160
120
160
120
160
120
313
197
183
180
183
180
183
180
300
180
300
180
300
120
300
126
300
120
300
120
260
120
140
335
ACCESSO
Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro,
d.lgs. n. 81, 2008
Regolamento d'igiene Comune di Londa, in
conformità al Titolo II capo VI della l.r. Toscana n.
62
del 23 novembre 2018
Locale preparazione minimo 10 m²
Superficie locale preparazione 10 m²
Posti a sedere tot. 12
1 servizio igienico a disposizione dei clienti
Vano dispensa non inferiore a 6 m²
Superficie vano dispensa 6,7 m²
Superficie tot. area somministrazione 16,10 m²
Rivestimento in materiale facilmente
lavabile, disinfettabile e sanificabile
Rapporti R.A.I., vedi tavola
Bar
Superficie minima per posto a sedere 1 m²
Superficie per posto a sedere 1,28 m²
Regolamento 5 luglio 2016, n. 42
L.r. 27 febbraio 2015, n. 21
Superficie minima complessiva degli
spogliatoi per gli utenti 1,6 m² per persona,
con un minimo di 6,4 metri quadrati per
ciascun spogliatoio, fino a un massimo di
10 utenti
Superficie totale per spogliatoio 18,15 m²
(spogliatoio uomini)
Dotazione minima di 1 w.c. e 1 lavabo per
ogni locale spogliatoio, almeno un posto
doccia con sup. minima 1,28 m² ogni 10
utenti
1 w.c. e 1 lavabo per ogni locale spogliatoio
Rapporti R.A.I., vedi tavola
Spogliatoi per attività
ludico-motoria
2 posti doccia di 2,4 m² l'uno per ogni locale
spogliatoio
Superficie totale per spogliatoio 18,40 m²
(spogliatoio donne)
Regolamento 7 agosto 2018, n. 47/R
L.r. 20 dicembre 2016, n. 86
Superficie minima delle camere 8 m²
camere a un letto, 12 m² camere a due letti
(doppie), con incremento di superficie di 4
m² per ogni posto letto in più
Camerata 1-2, 2 letti a castello, superficie
15,2-14,9 m², garantita cubatura di 12 mc
per persona
Camerata 3-4, 4 letti a castello, superficie
30,35-27,7 m², garantita cubatura di 12 mc
per persona
Altezza 3,40 m
Dotazione minima di 1 w.c. ogni 10 posti
letto, 1 bagno o doccia ogni 12 posti letto, 1
Superficie minima della zona-locale
comune di soggiorno di 1 m² per ogni posto
letto, sup. minima di 8 m²
Foresteria - Casa per ferie
Superficie zona-locale comune di
soggiorno 37,1 m²
260
120
260
80
260
80
260
80
260
90
260
90
260
80
120
255
60
260
60
260
300
300
300
300
300
180
300
180
300
315
300
180
300
200
6%
5%
ACCESSO ACCESSO ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
ACCESSO
Uffici
Testo unico sulla sicurezza nei
luoghi di lavoro, d.lgs. n. 81, 2008
Regolamento d'igiene Comune di
Londa, in conformità al capo VI
della l.r. Toscana n. 62
del 23 novembre 2018
Normativa prevenzione incendi,
d.m. febbraio 2006
Normativa UNI EN 12464,
"Illuminazione sui luoghi di lavoro"
Ufficio 1 - Associazione
Superficie 13.9 m², altezza 3,4 m
Superficie minima di 9 m² ad ufficio, altezza
minima 2,7 m, 5 m² garantiti per ogni
utilizzatore
Ufficio 2 - Associazione
Superficie 13.4 m², altezza 3,4 m
Ufficio 3 - Amministrazione
Superficie 13.8 m², altezza 3,4 m
Gli spazi comuni sono dislocati sui due livelli
dell'edificio. Al piano terra, oltre alla distribuzione
orizzontale e verticale, vi sono l'ingresso principale e
l'annesso desk/punto informazioni relativo al Parco
Nazionale delle Foreste Casentinesi, i servizi igienici e
la centrale termica, mentre al piano primo sono
presenti l'ingresso secondario di accesso al piano e il
Centro Visite, uno spazio polifunzionale destinato ad
eventi, convegni, con al suo interno una parte
dedicata all'intrattenimento multimediale.
La distribuzione e il dimensionamento degli spazi e dei
percorsi tengono conto delle prescrizioni impartite
dagli organi competenti in materia di prevenzione
incendi, con particolare riferimento al d.m. del 9 aprile
1994 "Approvazione della regola tecnica di
prevenzioni incendi per la costruzione e l'esercizio
delle attività ricettive turistico-alberghiere".
Sono state altresì adottate le prescrizioni di cui alle
norme relative all'accessibilità degli edifici da parte di
persone portatrici di handicap o con ridotte capacità
motorie, adottando tutti gli accorgimenti di cui alla
legge n. 13 del 9 gennaio 1989 "Disposizioni per
favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere
architettoniche negli edifici privati", Reg. d'attuazione
del d.m. n. 236 del 14 giugno 1989 "Prescrizioni
tecniche necessarie a garantire l'accessibilità,
Spazi comuni
CIG :
PROGETTO DEFINITIVO
CUP :
INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO
DELL'IMMOBILE DI PROPRIETÀ COMUNALE DENOMINATO
CHALET DEL LAGO
COMUNE DI LONDA
Provincia di Firenze
ZD33378079
1 : 50
Piano Terra
1 : 50
Piano Primo
E99I20000030001
Ristorante Bar Spogliatoi Foresteria Uffici spazicomuni
10
La Montagna Fiorentina
Palazzo Del Campana San Godenzo
11
La Montagna Fiorentina
Metodologia degli
interventi immateriali
Ricerca e mappatura
Coinvolgimento
Costruzione dell’identità
Comunicazione del progetto
Avvio Racconto
Progettazione
partecipata
e continua
Produzione
artistica,
culturale
12
Mettere in rete soggetti in grado di offrire a turisti e visitatori dell’area
esperienze immersive nel patrimonio culturale immateriale locale.
Nel territorio dei due Comuni sono presenti sia imprese impiegate
nelle produzioni tipiche locali, sia imprese che rappresentano
l’identità del luogo e il modello di sviluppo eco-sistemico.
L’intervento mira a mappare e raccogliere in un unico catalogo
le esperienze offerte dalle imprese locali, che divengono così
accessibili per tutti.
—Valorizzare la tradizione—Valorizzare le eccellenze
Costruzione di itinerari di visita per la valorizzazione del patrimonio della cultura immateriale e delle produzioni locali
Intervento 4
13
Programmazione culturale e formativa
Tre stagioni di programmazione (2023, 2024, 2025) articolate in
incontri, workshop, spettacoli ed esibizioni.
Il programma sarà composto da percorsi di formazione per il
rafforzamento del tessuto imprenditoriale locale (competenze,
conoscenze, reti di relazioni, modelli organizzativi); eventi culturali di
valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, per diversi
pubblici (scuole, giovani); incontri di co-progettazione con giovani e
donne in ottica di nuova imprenditorialità.
—Cultura-Formazione—Imprenditorialità
Intervento 5
14
Festival della Montagna Fiorentina
Nei due anni centrali del progetto (2024-2025), per 15 giorni,
paesi, rifugi, boschi e crinali, saranno scenografia suggestiva di un
calendario di eventi e spettacoli, chiamando in causa l’arte e la
sua capacità trasversale di immaginare soluzioni e di veicolare la
sensibilità comune verso forme inedite di narrazione e azione.
—Resilienza del vivere urbano-rurale—Rapporto tra uomo e natura
Intervento 6
15
Residenze di artisti e innovatori sociali
Tre cicli annuali di residenze di artisti e innovatori sociali
nel Comune di Londa (2023-24-25).
Un’occasione per valorizzare ciò che è presente e creare nuova
attrattività; realizzando percorsi di mediazione culturale, installazioni,
mostre e cristallizzando l’esperienza in un racconto sia digitale
(documentazione su piattaforma web) che analogico (cataloghi).
—Identità-Attrattività—Ispirazione
Intervento 8
16
Local Living Lab
Un laboratorio aperto, portato avanti in maniera collaborativa da
diverse Università e corsi di laurea, nel quale si alternano attività di
didattica e ricerca al fine di immergere studenti e ricercatori in un
contesto reale e promuovere un turismo scientifico per accelerare
processi di innovazione e sviluppo locale.
Master “U-RISE” dell’Università Iuav di Venezia, dal Master “Futuro
Vegetale”, dipartimenti di Architettura (DIDA), SAGAS (Archeologia
medievale) dell’Università di Firenze.
—Ricerca-Innovazione sociale—Sviluppo locale
Intervento 9
17
Mappatura spazi in disuso e co-progettazione
Sarà realizzata una mappa degli spazi in disuso della Montagna
Fiorentina e un percorso di incontri con la cittadinanza e con tutti
i portatori di interesse, per la co-progettazione di iniziative volte al
riutilizzo degli spazi.
Attraverso l’intervento saranno ri-attivati in maniera temporanea
almeno 5 degli immobili mappati, sperimentando un loro possibile
futuro utilizzo.
—Immobili-Rigenerazione—Usi temporanei
Intervento 10
18
Piattaforma web di marketing territoriale per la promozione e l’accesso integrato ai servizi del territorio
Una piattaforma web per la promozione aggregata dell’offerta di
servizi pubblici e privati per residenti e visitatori, capace di raccontare
l’identità della Montagna Fiorentina e le sue risorse storico-culturali e
naturalistiche, quali elementi di valore e di attrattività.
—Servizi smart—Visibilità—Identità
Intervento 11
19
Strategia di comunicazione integrata
La Montagna Fiorentina contemporanea - mèta ambita per
esperienze turistiche e culturali, immerse nella natura - avrà una sua
identità visiva, sarà promossa attraverso canali di comunicazione
dedicati e campagne online e offline, al fine di posizionarla nel
panorama dell’offerta turistica “slow”, delle aree interne, del viaggiare
sostenibile, dei circuiti turistici dell’appennino e dei cammini, a livello
metropolitano, regionale e nazionale.
—Coinvolgimento—Promozione—Connessioni
Intervento 12
20
La Montagna Fiorentina
Tempi degli interventi
Comunità e
co-progettazione
Lavori
Chalet del Lago Palazzo del Campana
2023
Produzione
artistica, culturale
e comunicazione
2024 2025
Radicamento
2026
21
La Montagna Fiorentina
Partner e Sostenitori
Istituzioni pubbliche
_ Unione dei Comuni Valdarno
e Valdisieve
_ Parco Nazionale delle Foreste
Casentinesi, Monte Falterona
e Campigna
_ Galleria degli Uffizi
Enti del terzo settore
_ Associazione Foresta Modello
delle Montagne Fiorentine
_ LAMA - Impresa Sociale
_ Fondazione CR Firenze
_ Gruppo Perché No?
_ Rete internazionale delle Foreste
Modello Mediterranee
_ Trame di Cultura
_ La Casa del Solee della Luna
_ Coldiretti
_ Consorzio di Tutela del Marrone
del Mugello IGP
_ Proloco Valle del Falterona
Università
_ Università Iuav di Venezia
_ Dip. Architettura, UniFi
_ Master Futuro Vegetale, UniFi
22
La Montagna Fiorentina
Impatti
Incremento dei
livelli occupazionali,
con particolare
riferimento alla
componente
femminile e dei giovani
A
Contrasto
dell’esodo
demografico
B
Incremento della
partecipazione
culturale
C
Incremento dei
flussi turistici
D
23
La Montagna Fiorentina
Il bando per le imprese
1
Sostegno nella forma
di aiuti di stato
(fondo perduto).
2
Target: imprese, siaprofit
che non profit (es. Enti del
Terzo Settore), esistenti
o nuove, localizzate nei
comuni vincitori o che
intendono trasferirvisi.
3
Imprese che svolgono
attività culturali,
turistiche, commerciali,
agroalimentari e
artigianali
(NO imprese agricole).
€
24
La Montagna Fiorentina
_Dotazione finanziaria totale a livello nazionale pari
a 200 milioni di euro;
_ca 80.000 euro per ogni impresa finanziata;
_non ci sono dettagli sul numero di imprese che saranno
selezionate su ogni territorio, ma ipotesi ca 10;
_bando gestito dal Ministero della Cultura tramite
piattaforma Invitalia;
_modalità di domanda semplificate e accessibili per tutti;
_tempi: fine febbraio.
Il bando per le imprese
La
Montagna
Fiorentina
Un progetto di rigenerazione
culturale e sociale nei comuni
di Londa e San Godenzo

Contenu connexe

Similaire à Montagna Fiorentina

Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni CulturaliTecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
Laura Tassinari
 
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
Michele Cignarale
 
Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014
Vittorio Pasteris
 
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
Fabbrica Cultura
 
3° Forum sul futuro della Cultura
3° Forum sul futuro della Cultura3° Forum sul futuro della Cultura
3° Forum sul futuro della Cultura
Fabbrica Cultura
 
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
Fabbrica Cultura
 
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
Quotidiano Piemontese
 
Museo della civilta' contadina 1
Museo della civilta' contadina 1Museo della civilta' contadina 1
Museo della civilta' contadina 1
redazione gioianet
 
Presentazione Convegno 16 04 09
Presentazione Convegno 16 04 09Presentazione Convegno 16 04 09
Presentazione Convegno 16 04 09
guest8d217d
 
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
GAL Sole Grano Terra
 
supplemento DRN-dossier WWF 2
supplemento DRN-dossier WWF 2supplemento DRN-dossier WWF 2
supplemento DRN-dossier WWF 2
Alberto Renzi
 
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
Quotidiano Piemontese
 
Presidio Territoriale di Sviluppo Locale
Presidio Territoriale di Sviluppo LocalePresidio Territoriale di Sviluppo Locale
Presidio Territoriale di Sviluppo Locale
Piattella
 
52 52 nuovo parco urbano del trullo
52 52 nuovo parco urbano del trullo52 52 nuovo parco urbano del trullo
52 52 nuovo parco urbano del trullo
Premio10x10
 
Dossier Comuni Ricicloni 2013
Dossier Comuni Ricicloni 2013Dossier Comuni Ricicloni 2013
Dossier Comuni Ricicloni 2013
angerado
 
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitaliExpo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
Fabrizio Bellavista
 
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
Fiemme3000
 
Mide in sicily emanuele villa
Mide in sicily   emanuele villaMide in sicily   emanuele villa
Mide in sicily emanuele villa
Ing. Marco Calì
 

Similaire à Montagna Fiorentina (20)

Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni CulturaliTecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
Tecnologie 4.0 e la valorizzazione dei Beni Culturali
 
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
Piano di Sviluppo Territoriale Magna Grecia
 
Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014Fare i conti con ambiente 2014
Fare i conti con ambiente 2014
 
Newsletter 31
Newsletter 31Newsletter 31
Newsletter 31
 
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3° Forum sul Distretto Culturale Evoluto
 
3° Forum sul futuro della Cultura
3° Forum sul futuro della Cultura3° Forum sul futuro della Cultura
3° Forum sul futuro della Cultura
 
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
3°Forum sul Distretto Culturale Evoluto
 
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
Programma 37a edizione Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola a Savig...
 
Museo della civilta' contadina 1
Museo della civilta' contadina 1Museo della civilta' contadina 1
Museo della civilta' contadina 1
 
Linee guida dei bandi sulla gestione dei centri
Linee guida dei bandi sulla gestione dei centriLinee guida dei bandi sulla gestione dei centri
Linee guida dei bandi sulla gestione dei centri
 
Presentazione Convegno 16 04 09
Presentazione Convegno 16 04 09Presentazione Convegno 16 04 09
Presentazione Convegno 16 04 09
 
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
Bollettino Rurale 12: Certificazione istituzionale e certificazione dal basso...
 
supplemento DRN-dossier WWF 2
supplemento DRN-dossier WWF 2supplemento DRN-dossier WWF 2
supplemento DRN-dossier WWF 2
 
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
La presentazione di Fa' la Cosa Giusta !
 
Presidio Territoriale di Sviluppo Locale
Presidio Territoriale di Sviluppo LocalePresidio Territoriale di Sviluppo Locale
Presidio Territoriale di Sviluppo Locale
 
52 52 nuovo parco urbano del trullo
52 52 nuovo parco urbano del trullo52 52 nuovo parco urbano del trullo
52 52 nuovo parco urbano del trullo
 
Dossier Comuni Ricicloni 2013
Dossier Comuni Ricicloni 2013Dossier Comuni Ricicloni 2013
Dossier Comuni Ricicloni 2013
 
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitaliExpo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
Expo Torino 6 maggio 2014. Opportunità analogiche, opportunità digitali
 
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
2014-11-07 Giornale Trentino - Fiemme 3000 tra gli Ambasciatori a Palazzo
 
Mide in sicily emanuele villa
Mide in sicily   emanuele villaMide in sicily   emanuele villa
Mide in sicily emanuele villa
 

Montagna Fiorentina

  • 1. La Montagna Fiorentina Un progetto di rigenerazione culturale e sociale nei comuni di Londa e San Godenzo
  • 2. 2 La Montagna Fiorentina Territorio Spopolamento e invecchiamento della popolazione Carenza di servizi per residenti e turisti Patrimonio culturale e naturalistico Rigenerazione territoriale innescata con le leve di arte, cultura e natura Territorio Fragilità Ricchezza Potenziale
  • 3. 3 La Montagna Fiorentina Obiettivi generali 1 Aumentare l’attrattività turistica del territorio 2 Migliorare l’accessibilità ai luoghi attrattivi 3 Favorire i processi di innovazione 4 Riaffermare la Montagna come luogo di benessere
  • 4. 4 La Montagna Fiorentina Principi generali Next Generation EU 1 Tutela dell’ambiente 2 Parità di genere 3 Persone con disabilità 4 Giovani
  • 5. 5 La Montagna Fiorentina 12 Interventi Interventi immateriali 9 Interventi materiali 3
  • 6. 6 La Montagna Fiorentina Chalet del Lago Londa Intervento 1 Costruzione di collaborazioni e partnership per la co-progettazione e gestione di beni e servizi Intervento 7 Costruzione di itinerari di visita Intervento 4 Residenze di artisti Intervento 8 Palazzo Del Campana San Godenzo Intervento 2 Centro culturale ed espositivo Palazzo Del Campana Intervento 3 Piattaforma web Intervento 11 Strategia di comunicazione Intervento 12 Mappatura degli spazi in disuso e co-progettazione Intervento 10 Local Living Lab Intervento 9 Festival della Montagna Fiorentina Intervento 6 Programmazione culturale continuativa Intervento 5 Interventi
  • 7. 7 La Montagna Fiorentina Interventi Chalet del Lago Londa Intervento 1 Costruzione di collaborazioni e partnership per la co-progettazione e gestione di beni e servizi Intervento 7 Costruzione di itinerari di visita Intervento 4 Residenze di artisti Intervento 8 Palazzo Del Campana San Godenzo Intervento 2 Centro culturale ed espositivo Palazzo Del Campana Intervento 3 Piattaforma web Intervento 11 Strategia di comunicazione Intervento 12 Mappatura degli spazi in disuso e co-progettazione Intervento 10 Local Living Lab Intervento 9 Festival della Montagna Fiorentina Intervento 6 Programmazione culturale continuativa Intervento 5
  • 8. 8 La Montagna Fiorentina Chalet del Lago Londa Rendering di progetto
  • 9. 9 La Montagna Fiorentina Chalet del Lago Londa Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, d.lgs. n. 81, 2008 Regolamento d'igiene Comune di Londa, in conformità al capo VI della l.r. Toscana n. 62 del 23 novembre 2018 Posti a sedere tot. 40 Superficie totale 66,3 m² Superficie minima per posto a sedere 1 m² Altezza 3,1 m Cucina 15 m² fino a 30 posti a sedere, poi 0,3 m² in più per ogni postazione, 18 m² Superficie cucina 24,2 m² Vano dispensa non inferiore a 6 m² Superficie vano dispensa 6,1 m² Superficie per posto a sedere 1,65 m² Pavimentazione e rivestimento area preparazione alimenti h 2 m in materiale facilmente lavabile, disinfettabile e sanificabile Rivestimento in materiale facilmente lavabile, disinfettabile e sanificabile Ristorante 160 120 160 120 160 120 313 197 183 180 183 180 183 180 300 180 300 180 300 120 300 126 300 120 300 120 260 120 140 335 ACCESSO Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, d.lgs. n. 81, 2008 Regolamento d'igiene Comune di Londa, in conformità al Titolo II capo VI della l.r. Toscana n. 62 del 23 novembre 2018 Locale preparazione minimo 10 m² Superficie locale preparazione 10 m² Posti a sedere tot. 12 1 servizio igienico a disposizione dei clienti Vano dispensa non inferiore a 6 m² Superficie vano dispensa 6,7 m² Superficie tot. area somministrazione 16,10 m² Rivestimento in materiale facilmente lavabile, disinfettabile e sanificabile Rapporti R.A.I., vedi tavola Bar Superficie minima per posto a sedere 1 m² Superficie per posto a sedere 1,28 m² Regolamento 5 luglio 2016, n. 42 L.r. 27 febbraio 2015, n. 21 Superficie minima complessiva degli spogliatoi per gli utenti 1,6 m² per persona, con un minimo di 6,4 metri quadrati per ciascun spogliatoio, fino a un massimo di 10 utenti Superficie totale per spogliatoio 18,15 m² (spogliatoio uomini) Dotazione minima di 1 w.c. e 1 lavabo per ogni locale spogliatoio, almeno un posto doccia con sup. minima 1,28 m² ogni 10 utenti 1 w.c. e 1 lavabo per ogni locale spogliatoio Rapporti R.A.I., vedi tavola Spogliatoi per attività ludico-motoria 2 posti doccia di 2,4 m² l'uno per ogni locale spogliatoio Superficie totale per spogliatoio 18,40 m² (spogliatoio donne) Regolamento 7 agosto 2018, n. 47/R L.r. 20 dicembre 2016, n. 86 Superficie minima delle camere 8 m² camere a un letto, 12 m² camere a due letti (doppie), con incremento di superficie di 4 m² per ogni posto letto in più Camerata 1-2, 2 letti a castello, superficie 15,2-14,9 m², garantita cubatura di 12 mc per persona Camerata 3-4, 4 letti a castello, superficie 30,35-27,7 m², garantita cubatura di 12 mc per persona Altezza 3,40 m Dotazione minima di 1 w.c. ogni 10 posti letto, 1 bagno o doccia ogni 12 posti letto, 1 Superficie minima della zona-locale comune di soggiorno di 1 m² per ogni posto letto, sup. minima di 8 m² Foresteria - Casa per ferie Superficie zona-locale comune di soggiorno 37,1 m² 260 120 260 80 260 80 260 80 260 90 260 90 260 80 120 255 60 260 60 260 300 300 300 300 300 180 300 180 300 315 300 180 300 200 6% 5% ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO ACCESSO Uffici Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, d.lgs. n. 81, 2008 Regolamento d'igiene Comune di Londa, in conformità al capo VI della l.r. Toscana n. 62 del 23 novembre 2018 Normativa prevenzione incendi, d.m. febbraio 2006 Normativa UNI EN 12464, "Illuminazione sui luoghi di lavoro" Ufficio 1 - Associazione Superficie 13.9 m², altezza 3,4 m Superficie minima di 9 m² ad ufficio, altezza minima 2,7 m, 5 m² garantiti per ogni utilizzatore Ufficio 2 - Associazione Superficie 13.4 m², altezza 3,4 m Ufficio 3 - Amministrazione Superficie 13.8 m², altezza 3,4 m Gli spazi comuni sono dislocati sui due livelli dell'edificio. Al piano terra, oltre alla distribuzione orizzontale e verticale, vi sono l'ingresso principale e l'annesso desk/punto informazioni relativo al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, i servizi igienici e la centrale termica, mentre al piano primo sono presenti l'ingresso secondario di accesso al piano e il Centro Visite, uno spazio polifunzionale destinato ad eventi, convegni, con al suo interno una parte dedicata all'intrattenimento multimediale. La distribuzione e il dimensionamento degli spazi e dei percorsi tengono conto delle prescrizioni impartite dagli organi competenti in materia di prevenzione incendi, con particolare riferimento al d.m. del 9 aprile 1994 "Approvazione della regola tecnica di prevenzioni incendi per la costruzione e l'esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere". Sono state altresì adottate le prescrizioni di cui alle norme relative all'accessibilità degli edifici da parte di persone portatrici di handicap o con ridotte capacità motorie, adottando tutti gli accorgimenti di cui alla legge n. 13 del 9 gennaio 1989 "Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati", Reg. d'attuazione del d.m. n. 236 del 14 giugno 1989 "Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, Spazi comuni CIG : PROGETTO DEFINITIVO CUP : INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO DELL'IMMOBILE DI PROPRIETÀ COMUNALE DENOMINATO CHALET DEL LAGO COMUNE DI LONDA Provincia di Firenze ZD33378079 1 : 50 Piano Terra 1 : 50 Piano Primo E99I20000030001 Ristorante Bar Spogliatoi Foresteria Uffici spazicomuni
  • 10. 10 La Montagna Fiorentina Palazzo Del Campana San Godenzo
  • 11. 11 La Montagna Fiorentina Metodologia degli interventi immateriali Ricerca e mappatura Coinvolgimento Costruzione dell’identità Comunicazione del progetto Avvio Racconto Progettazione partecipata e continua Produzione artistica, culturale
  • 12. 12 Mettere in rete soggetti in grado di offrire a turisti e visitatori dell’area esperienze immersive nel patrimonio culturale immateriale locale. Nel territorio dei due Comuni sono presenti sia imprese impiegate nelle produzioni tipiche locali, sia imprese che rappresentano l’identità del luogo e il modello di sviluppo eco-sistemico. L’intervento mira a mappare e raccogliere in un unico catalogo le esperienze offerte dalle imprese locali, che divengono così accessibili per tutti. —Valorizzare la tradizione—Valorizzare le eccellenze Costruzione di itinerari di visita per la valorizzazione del patrimonio della cultura immateriale e delle produzioni locali Intervento 4
  • 13. 13 Programmazione culturale e formativa Tre stagioni di programmazione (2023, 2024, 2025) articolate in incontri, workshop, spettacoli ed esibizioni. Il programma sarà composto da percorsi di formazione per il rafforzamento del tessuto imprenditoriale locale (competenze, conoscenze, reti di relazioni, modelli organizzativi); eventi culturali di valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, per diversi pubblici (scuole, giovani); incontri di co-progettazione con giovani e donne in ottica di nuova imprenditorialità. —Cultura-Formazione—Imprenditorialità Intervento 5
  • 14. 14 Festival della Montagna Fiorentina Nei due anni centrali del progetto (2024-2025), per 15 giorni, paesi, rifugi, boschi e crinali, saranno scenografia suggestiva di un calendario di eventi e spettacoli, chiamando in causa l’arte e la sua capacità trasversale di immaginare soluzioni e di veicolare la sensibilità comune verso forme inedite di narrazione e azione. —Resilienza del vivere urbano-rurale—Rapporto tra uomo e natura Intervento 6
  • 15. 15 Residenze di artisti e innovatori sociali Tre cicli annuali di residenze di artisti e innovatori sociali nel Comune di Londa (2023-24-25). Un’occasione per valorizzare ciò che è presente e creare nuova attrattività; realizzando percorsi di mediazione culturale, installazioni, mostre e cristallizzando l’esperienza in un racconto sia digitale (documentazione su piattaforma web) che analogico (cataloghi). —Identità-Attrattività—Ispirazione Intervento 8
  • 16. 16 Local Living Lab Un laboratorio aperto, portato avanti in maniera collaborativa da diverse Università e corsi di laurea, nel quale si alternano attività di didattica e ricerca al fine di immergere studenti e ricercatori in un contesto reale e promuovere un turismo scientifico per accelerare processi di innovazione e sviluppo locale. Master “U-RISE” dell’Università Iuav di Venezia, dal Master “Futuro Vegetale”, dipartimenti di Architettura (DIDA), SAGAS (Archeologia medievale) dell’Università di Firenze. —Ricerca-Innovazione sociale—Sviluppo locale Intervento 9
  • 17. 17 Mappatura spazi in disuso e co-progettazione Sarà realizzata una mappa degli spazi in disuso della Montagna Fiorentina e un percorso di incontri con la cittadinanza e con tutti i portatori di interesse, per la co-progettazione di iniziative volte al riutilizzo degli spazi. Attraverso l’intervento saranno ri-attivati in maniera temporanea almeno 5 degli immobili mappati, sperimentando un loro possibile futuro utilizzo. —Immobili-Rigenerazione—Usi temporanei Intervento 10
  • 18. 18 Piattaforma web di marketing territoriale per la promozione e l’accesso integrato ai servizi del territorio Una piattaforma web per la promozione aggregata dell’offerta di servizi pubblici e privati per residenti e visitatori, capace di raccontare l’identità della Montagna Fiorentina e le sue risorse storico-culturali e naturalistiche, quali elementi di valore e di attrattività. —Servizi smart—Visibilità—Identità Intervento 11
  • 19. 19 Strategia di comunicazione integrata La Montagna Fiorentina contemporanea - mèta ambita per esperienze turistiche e culturali, immerse nella natura - avrà una sua identità visiva, sarà promossa attraverso canali di comunicazione dedicati e campagne online e offline, al fine di posizionarla nel panorama dell’offerta turistica “slow”, delle aree interne, del viaggiare sostenibile, dei circuiti turistici dell’appennino e dei cammini, a livello metropolitano, regionale e nazionale. —Coinvolgimento—Promozione—Connessioni Intervento 12
  • 20. 20 La Montagna Fiorentina Tempi degli interventi Comunità e co-progettazione Lavori Chalet del Lago Palazzo del Campana 2023 Produzione artistica, culturale e comunicazione 2024 2025 Radicamento 2026
  • 21. 21 La Montagna Fiorentina Partner e Sostenitori Istituzioni pubbliche _ Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve _ Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna _ Galleria degli Uffizi Enti del terzo settore _ Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine _ LAMA - Impresa Sociale _ Fondazione CR Firenze _ Gruppo Perché No? _ Rete internazionale delle Foreste Modello Mediterranee _ Trame di Cultura _ La Casa del Solee della Luna _ Coldiretti _ Consorzio di Tutela del Marrone del Mugello IGP _ Proloco Valle del Falterona Università _ Università Iuav di Venezia _ Dip. Architettura, UniFi _ Master Futuro Vegetale, UniFi
  • 22. 22 La Montagna Fiorentina Impatti Incremento dei livelli occupazionali, con particolare riferimento alla componente femminile e dei giovani A Contrasto dell’esodo demografico B Incremento della partecipazione culturale C Incremento dei flussi turistici D
  • 23. 23 La Montagna Fiorentina Il bando per le imprese 1 Sostegno nella forma di aiuti di stato (fondo perduto). 2 Target: imprese, siaprofit che non profit (es. Enti del Terzo Settore), esistenti o nuove, localizzate nei comuni vincitori o che intendono trasferirvisi. 3 Imprese che svolgono attività culturali, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianali (NO imprese agricole). €
  • 24. 24 La Montagna Fiorentina _Dotazione finanziaria totale a livello nazionale pari a 200 milioni di euro; _ca 80.000 euro per ogni impresa finanziata; _non ci sono dettagli sul numero di imprese che saranno selezionate su ogni territorio, ma ipotesi ca 10; _bando gestito dal Ministero della Cultura tramite piattaforma Invitalia; _modalità di domanda semplificate e accessibili per tutti; _tempi: fine febbraio. Il bando per le imprese
  • 25. La Montagna Fiorentina Un progetto di rigenerazione culturale e sociale nei comuni di Londa e San Godenzo