Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.
XIVCongresso NazionaleAOICO – Roma, 24-25 Gennaio 2013
non esistono: indiscussi metodi di stadiazione protocolli terapeutici supportati dasignificative differenze statistiche.
 Carcinomi epidermoidi: 60-80% Carcinomi basocellulari: 15-20% Tumori ghiandolari maligni: 15-20%(ca adenoidocistici, a...
 T1: limitati all’orecchio esterno, senza erosione ossea T2: erosione ossea del c.u.e. inferiore a 5 mm. T3: erosione o...
 T2: limitata erosione ossea del c.u.e. (non a tuttospessore) T3a: erosione ossea del c.u.e. a tutto spessore condiffusi...
 La paralisi delVII peggiora la prognosi (T4a enonT3) Diffusione anteriore ha prognosi migliore(T3b e nonT4)
 In fase diagnostica interfaccia con: Anatomopatologo Neuroradiologo
 T1-T2: resezione parziale del temporale (LTBR) T3a,T3b : (LTBR). T4a,T4b: con estensione mediale e posteriore:resezion...
 SND II-III livello: necessaria in presenza di N+, discussa in caso di N-. Frequenza di infiltrazione linfonodale dal ...
 In sala operatoria: Anatomopatologo:▪ Studio dei margini di resezione▪ Esame istologico intraoperatorio dei linfonodi s...
 Margini di resezione liberi da neoplasia a menodi 5 mm Margini di resezione interessati dalla neoplasia Infiltrazione ...
 54 pazienti in 24 anni T1/T2 esclusiva terapia chirurgica T3/T4 radioterapia postchirurgicaUOC di ORL e Microchirurgia...
 sopravvivenza a 5 anni T1/T2: 94%, T3 64%, T4 ad estensione anteriore 57%, T4 con estensione inferiore e posteriores...
 T4b: sopravvivenza a 5 anni:0% Decisione collegiale: quale sia il migliortrattamento per il paziente in studio:▪ Età▪ C...
Grazie per l’attenzioneAtrani – Costa d’Amalfi
Prochain SlideShare
Chargement dans…5
×

Neoplasie dell’orecchio

685 vues

Publié le

Relazione tenuta dal Dott. Palladino, Dott. Capaldo e dal Dott. Panetti sulle neoplasie dell'orecchio.XIV Congresso AOICO, Roma, 2013

  • Soyez le premier à commenter

  • Soyez le premier à aimer ceci

Neoplasie dell’orecchio

  1. 1. XIVCongresso NazionaleAOICO – Roma, 24-25 Gennaio 2013
  2. 2. non esistono: indiscussi metodi di stadiazione protocolli terapeutici supportati dasignificative differenze statistiche.
  3. 3.  Carcinomi epidermoidi: 60-80% Carcinomi basocellulari: 15-20% Tumori ghiandolari maligni: 15-20%(ca adenoidocistici, adenocarcinomi ceruminosi, tumorimucoepidermoidali, ca acellule mio epiteliali)
  4. 4.  T1: limitati all’orecchio esterno, senza erosione ossea T2: erosione ossea del c.u.e. inferiore a 5 mm. T3: erosione ossea del c.u.e. superiore a 5 mm, oestensione all’orecchio medio o paralisi del VII n.c. T4 a: diffusione ai tessuti laterali cutanei (conca, cuteretroauricolare) o alla parotide, o all’ATM, o alla fossainfratemporale T4b: infiltrazione dell’orecchio interno e dell’ apicepetroso T4c: lesione durale(ArriagaAnn Otol Rhinol Laryngol 1990)
  5. 5.  T2: limitata erosione ossea del c.u.e. (non a tuttospessore) T3a: erosione ossea del c.u.e. a tutto spessore condiffusione ai tessuti molli maggiore di 5 mm, o diffusioneall’orecchio medio o alla mastoide. T3b: estensione anteriore alla parotide, o all’areapericondilare -condilare. T4a: Estensione all’orecchio medio o alla capsula otica conparalisi faciale. T4b: estensione postero/mediale attraverso l’ossotemporale con infiltrazione della dura, del bulbo dellagiugulare, canale carotideo, infiltrazione dei nervi cranici.(Danesi 2012 in press su Skull Base)
  6. 6.  La paralisi delVII peggiora la prognosi (T4a enonT3) Diffusione anteriore ha prognosi migliore(T3b e nonT4)
  7. 7.  In fase diagnostica interfaccia con: Anatomopatologo Neuroradiologo
  8. 8.  T1-T2: resezione parziale del temporale (LTBR) T3a,T3b : (LTBR). T4a,T4b: con estensione mediale e posteriore:resezione totale del temporale (STBR). Parotidectomia:- infiltrazione della parotide- di scelta, miglioramento della sopravvivenza
  9. 9.  SND II-III livello: necessaria in presenza di N+, discussa in caso di N-. Frequenza di infiltrazione linfonodale dal 4.5 al 31%. Frequenza di micro metastasi linfonodali: 7.5% in cN0. Le metastasi linfonodali : segno di maggioreaggressività oncologica: impongono resezione piùampia inT.(Zanoletti, Danesi, ACTA Otolaryngol. 2010 Aug;130(8):913-6)
  10. 10.  In sala operatoria: Anatomopatologo:▪ Studio dei margini di resezione▪ Esame istologico intraoperatorio dei linfonodi sospetti
  11. 11.  Margini di resezione liberi da neoplasia a menodi 5 mm Margini di resezione interessati dalla neoplasia Infiltrazione perineurale Sopravvivenza a 5 anni nei pazienti sottoposti aradioterapia successiva a resezione laterale dell’ossotemporale: 48%. Sopravvivenza a 5 anni nei pazienti non sottoposti aradioterapia postchirurgica: 44%.(Danesi 2012 Skull Base in press)
  12. 12.  54 pazienti in 24 anni T1/T2 esclusiva terapia chirurgica T3/T4 radioterapia postchirurgicaUOC di ORL e Microchirurgia del basicrano degli Ospedali Riuniti diBergamoUOC di ORL del P.O. Umberto I di Nocera Inferiore
  13. 13.  sopravvivenza a 5 anni T1/T2: 94%, T3 64%, T4 ad estensione anteriore 57%, T4 con estensione inferiore e posterioresopravvivenza dello 0%.
  14. 14.  T4b: sopravvivenza a 5 anni:0% Decisione collegiale: quale sia il migliortrattamento per il paziente in studio:▪ Età▪ Condizioni cliniche▪ Condizioni psicologiche
  15. 15. Grazie per l’attenzioneAtrani – Costa d’Amalfi

×