Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Formazione di Comunicazione per Artigiani del Gusto - Distretto del Novese (Lezione 3)

292 vues

Publié le

Percorso di formazione di Comunicazione e Webmarketing per gli Artigiani del Gusto del Distretto

Publié dans : Médias sociaux
  • Soyez le premier à commenter

Formazione di Comunicazione per Artigiani del Gusto - Distretto del Novese (Lezione 3)

  1. 1. (tra comunicazione digitale e RACCONTO)
  2. 2. Il nostro progetto territoriale LA NOSTRA MISSION  Diffusione calendario di eventi culturali  Promozione delle attività del territorio  Racconto di storie e personaggi  Consulenza utilizzo Canali Social  Formazione OPERIAMO su 13 Canali Social COLLABORIAMO con 4 Radio e 3 TV CI SEGUONO:  migliaia di visitatori al Giorno  Oltre 73.000 Fan Facebook  Oltre 90.000 Follower Google+  Oltre 16.500 Follower Twitter I PALINSESTI  Migliaia Di Eventi  Oltre 30.000 Post  > 500 Interviste e Articoli
  3. 3. • La mia Idea – la CONDIVIDO con i miei colleghi • Gli Asset Digitali della mia azienda / progetto • La mia reputazione on-line • Esistono progetti simili al mio? • Cosa fanno i miei competitor? • Chi sono i «clienti» del mio prodotto o servizio? • Definizione della strategia • Piano Operativo • Come ti creo una campagna sui social network I cardini di un progetto #
  4. 4. Il tweet Perfetto Comunicare attraverso un social network significa innanzitutto individuare correttamente le sue grammatiche per sfruttarne al meglio le potenzialità • Ideazione (carta, penna e Google) • Lo Schema ed il Messaggio • La Call to Action • Collegamenti (link) • Le Immagini • Le Menzioni ed i Tag • I Richiami (Hashtag) • Il Retweet • Orario di lancio
  5. 5. Qualche esempio da imitare…
  6. 6. A volte basta poco… Qualche esempio da imitare…
  7. 7. E da non imitare…
  8. 8. L’educazione non guasta!
  9. 9. Olio di gomito… La ricerca delle informazioni è fondamentale. Un tweet più sembra spontaneo, più è studiato e preparato
  10. 10. Lo schema base del tweet
  11. 11. Il messaggio e la Call to action • UTILIZZATE UN TONO AMICHEVOLE Ogni social ha il suo pubblico e un tipo di comunicazione, mentre su Linkedin deve essere utilizzato un tono più professionale, su Facebook e Twitter si può parlare in modo più confidenziale. • VIETATE LE MAIUSCOLE No alle maiuscole, evitate di inserire nel bel mezzo del messaggio una parola completamente in maiuscola. • LA GRAMMATICA Scrivete frasi semplici e controllatene l’ortografia • EVIDENZIATE LE PAROLE IMPORTANTI Potete utilizzare le parentesi [] o (). • LE CALL TO ACTION Chiedete agli utenti di interagire: download, retweet, follow, reply
  12. 12. Le abbreviazioni La prima cosa da fare è utilizzare delle abbreviazioni, molto utili per poter risparmiare spazio (e sono universali!) DM (Messaggio diretto) RT (retweet) +1 (è come un mi piace) #FF (Follow Friday, sebbene questa pratica è un po’ superata può tornarti utile) MT (Modified tweet / tweet modificato) Thx o Tks (thanks / grazie) TT (Trending Topic) TL (timeline) FYI (For your information / per tua informazione)
  13. 13. I collegamenti (link) • Inserire eventuali link al termine del messaggio principale utilizzando uno spazio massimo di 20 caratteri, quindi è bene usare un accorciatore di link come Bit.ly o Goo.gl
  14. 14. Le immagini AGGIORNAMENTO 2015 http://socialblog.giorgiotave.it/guida- dimensioni-immagini-social- network/4203 • Immagine profilo: 400×400 px • Immagine copertina/header: 1500×1500 px (JPG, GIF e PNG) • Immagine condivisa: 588×293 px
  15. 15. Le Menzioni ed i Tag Menzione Tag (max 10)
  16. 16. Il potere degli hashtag Rende il contenuto visibile dagli utenti, anche se all’esterno della nostra rete Raggiungiamo tutti gli utenti interessati allo specifico hashtag (comunità per interesse)
  17. 17. Gli hashtag: regole e #bestpractices Scegli attentamente l’hashtag! Introduce il tuo tweet ai potenziali follower. Parole chiave: inseriamo l’hashtag prima di un ristretto numero di parole chiave presenti nel nostro tweet Non eccedere: 1 o 2 hashtag sono il numero ottimale. Un tweet che utilizza un hashtag riesce a raccogliere il doppio delle interazioni (tra click, retweet e preferiti) rispetto a un tweet che non lo utilizza
  18. 18. I retweet Nel 2015 Twitter ha introdotto la possibilità di commentare un tweet. Questa funzionalità ha introdotto due nuovi vantaggi: • Liberati i «20 caratteri» • 116 nuovi caratteri per commentare

×