Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Ecosistemi della Formazione

52 vues

Publié le

Ecosistemi della Formazione, lezione al Corso di HR Management di Marcello Martinez. Le 3 P dell'Ecosistema. In libreria a Cura di Raoul Nacamulli e Alessandra Lazazzara. Egea-Bocconi Editore.

Publié dans : Formation
  • Soyez le premier à commenter

  • Soyez le premier à aimer ceci

Ecosistemi della Formazione

  1. 1. Ecosistemi della Formazione Enrico Viceconte
  2. 2. In libreria: PLACE Luoghi e Nonluoghi Infrastrutture e piattaforme Sistemi che connettono PEOPLE Molteplicità degli attori e «apertura» dei ruoli POWER Engagement dei diversi attori
  3. 3. In libreria:
  4. 4. Si possono guardare come ecosistemi • I mercati dell’apprendimento e del lavoro cognitivo (intesi non come semplici value chain più meno gerarchiche ma come reti di relazioni di partenership) • L’ambiente cyberfisico in cui si apprende (ecosistema dell’apprendimento) • Le organizzazioni che apprendono (comprese le reti e i meta-organizzatori) • Il sapere disponibile (i «Mondi» 2 e 3 di Karl Popper) • Forse anche la mente di ciascun individuo o di una comunità che apprendono è un ecosistema…..
  5. 5. • Un ecosistema di apprendimento è un sistema di persone, contenuti, tecnologia, cultura e strategia, esistenti sia all'interno che all'esterno di un'organizzazione, che hanno tutti un impatto sull'apprendimento formale e informale che si svolge in tale organizzazione.
  6. 6. Ecosistema di business • è la rete di organizzazioni - inclusi fornitori, distributori, clienti, concorrenti, agenzie governative e così via - coinvolte nella consegna di un prodotto o servizio specifico attraverso la concorrenza e la cooperazione. • L'idea è che ogni entità nell'ecosistema influenza e viene influenzata dalle altre, creando una relazione in costante evoluzione in cui ogni entità deve essere flessibile e adattabile per sopravvivere come in un ecosistema biologico.
  7. 7. Ecosistema di business
  8. 8. Ecosistemi o piattaforme
  9. 9. Da pensiero sistemico a quello ecosistemico
  10. 10. Dal pensiero sistemico a quello ecosistemico
  11. 11. Dal pensiero sistemico a quello ecosistemico
  12. 12. Ronald Coase 1909 - 1913
  13. 13. Quanti progetti di formazione finanziati col FSE in Italia in un anno?
  14. 14. Cosa non funziona nella logica sistemica (top down) • Ogni anno l’Italia spende miliardi in progetti finanziati dai fondi strutturali europei, eppure non abbiamo la minima idea dei loro effetti. • Per esempio, nel periodo 2007-2012 sono stati finanziati circa 500.000 progetti di formazione di vario tipo, per una spesa di 7,5 miliardi, eppure a tutt’oggi nessuno sa quali tipologie di progetti sono meglio di altre, e se vale la pena attutare questi progetti.
  15. 15. Misurare non basta….
  16. 16. GEL – Giovani Eccellenze Lucane • Secondo uno studio della regione Basilicata, esso ha finanziato 76 assegni di ricerca ad altrettanti giovani laureati in sette centri di ricerca lucani riconosciuti, per una a spesa totale di 2.538.700 euro. • Questo significa una spesa di 33.400 euro per persona – un importo ragionevole per un posto di lavoro. • Senonché questo progetto aveva un orizzonte di un anno esatto: finito l’anno, gli assegnisti si sono ritrovati tutti a piedi.
  17. 17. Luoghi e non luoghi della formazione manageriale Tra radicamento territoriale e «disruption» digitale Relazione di Enrico Viceconte, Stoà 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 29
  18. 18. Argomenti • Dove “ha luogo” la formazione? • Il modello della “learning region” nelle ricerche di Stoà sulla formazione manageriale • Conservazione, dematurity o disruption della formazione superiore? 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 30
  19. 19. Sfide • radicare maggiormente nel territorio le attività di formazione manageriale, pur mantenendo una visione globale. • L’impatto, su un’industria di contenuti (e di relazioni), dell’ultima generazione di tecnologie digitali e smaterializzanti 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 31
  20. 20. Quesiti • Quale sarà il grado di regionalizzazione/concentrazione ottimale per l’offerta di formazione manageriale? • Quale sarà il grado di “smaterializzazione” ottimale del processo educativo per competere nel settore della formazione manageriale? 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 32
  21. 21. Luoghi e non-luoghi della formazione • LUOGHI: NOWHERE • Luoghi fisici vicini a dove si svolgono i processi di creazione del valore e dove si generano fabbisogni formativi specifici. • NON LUOGHI: NOWHERE • luoghi virtuali (ad esempio i MOOC) • ma anche quei campus dell’higher education in grado di generare un’identità comunitaria di Scuola (quella degli Alumni), ma che spesso non rispecchiano i modi odierni di creare comunità di apprendimento. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 33
  22. 22. Dall’Universitas alla Multiversitas • Multiple identità del futuro utente della formazione manageriale (come accade in ogni campo in cui i contatti tra le persone potranno moltiplicarsi grazie a piattaforme digitali) • Multipli i luoghi e le fonti della formazione a cui attingere. • Multipli gli obiettivi dell’apprendimento • Multipli i saperi necessari • Multipli i modi di trasmissione (da one to-one, a one-to-few, a one-to-many a many-to- many). 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 34 La ricerca Stoà, 2014
  23. 23. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 35
  24. 24. Dall’Universitas alla Multiversitas • Dal modello medioevale “centripeto” dell’Uni-versitas, al quale ancora si conforma l’higher education • a quello “centrifugo” di una futura Multi-versitas. • La conseguente pedagogia sarà probabilmente di tipo connettivista, piuttosto che costruttivista • Con un superamento anche dei metodi più avanzati che ancora si riferiscono al paradigma costruttivista dell’apprendimento: discovery learning, inquiry- based learning, problem-based learning, project-based learning. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 36
  25. 25. Dall’Universitas alla Multiversitas • Le nuove tecnologie sono, più che una minaccia, una grande opportunità per le istituzioni formative. • E’in gioco anche l’affermazione di un modello sociale. • L’higher education, e la formazione delle business school ancora di più, rispecchia una società elitaria. • Il modello dei ranking, collegato all’entità delle rette, è stato (ed è tuttora) la caratteristica del sistema statunitense dell’istruzione superiore. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 37
  26. 26. Un modello non più sostenibile • Il debito legato alle rette universitarie ha raggiunto 1,2 trilioni di dollari. • Non c’è una sufficiente produzione di altissime professionalità 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 38
  27. 27. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 39
  28. 28. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 40
  29. 29. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 41
  30. 30. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 42 April 2-3 , 2013 • Sloan hosted its Big Data 4Dx executive education program both on the Avaya 2d Life platform and in-person on the Cambridge campus. • The virtual event featured the same faculty, content, discussions, and exercises and was conducted simultaneously with the on-campus program.
  31. 31. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 43 Stoà 2007, progetto CEK-Lab
  32. 32. 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 44 Stoà 2007, progetto CEK-Lab
  33. 33. Dove si localizza oggi l’offerta di alta formazione? • Una caratteristica dei modelli di pianificazione strategica urbana è l’attenzione al potenziale di un territorio di generare conoscenza. • Un potenziale che appare in relazione con una certa massa critica urbana e quindi a un fattore dimensionale, oltre che al numero e alla qualità delle connessioni del territorio con altri centri. • La dotazione di università e centri di ricerca, piuttosto correlato con la dimensione, è un altro fattore che, ovviamente, genera conoscenza. • Queste considerazioni sembrano dare sostegno alla tendenza (dettata piuttosto da criteri di spending review) di ridurre il numero degli atenei che negli anni erano fioriti nel nostro Paese. Troppe piccole università disperse nei territori! 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 45
  34. 34. Troppe, piccole università? • Il principio sarebbe condivisibile per le economie di scala, di scopo e di prossimità di cui godono le grandi università, in grado di generare nel proprio intorno distretti della conoscenza e di garantire la scelta elettiva in un’offerta molto ampia di corsi. • La modellistica in uso sembra però non tenere conto, in chiave prospettica, dello scenario che si delinea per l’innovazione “disruptive” legata all’avvento dell’ultima generazione di tecnologie digitali che ridefiniscono il concetto di “localizzazione” e quindi, in qualche modo, il rapporto con i territori. • Né appare soddisfacente una visione dell’innovazione che tiene in minimo conto la conoscenza tacita legata alla gestione e al miglioramento incrementale dei processi produttivi e dei prodotti. • . 02/10/2019 Enrico Viceconte, 2016 46
  35. 35. LEARNING ENVIRONMENT DESIGN ACADEMY Call for startuppers: Cerco due giovani appassionati di formazione che vogliano creare la start-up che progetta, realizza e insegna la formazione ecositemica del futuro

×