Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.
Prochain SlideShare
What to Upload to SlideShare
Suivant

0

Partager

Matteo Cadeddu - Change.org: human centered change

Change.org, con oltre 8 milioni di utenti in Italia, è la più grande piattaforma di attivismo online del nostro paese e nel mondo. Ogni giorno persone da tutto il pianeta si mobilitano per provare a cambiare quello che gli sta a cuore. E Change.org lavora per mantenere in piedi il ponte più facilmente percorribile tra chi ha piccoli e grandi cambiamenti da proporre e chi ha il potere di realizzarli.

Siamo riusciti a rendere libero e gratuito un prodotto e un servizio globale, senza impattare o limitare l’esperienza dell’utente che non può o non vuole contribuire economicamente. Ma come fa Change.org, in un mondo in cui sta aumentando la polarizzazione delle idee, a rimanere aperta e indipendente? Chi sono veramente i buoni e i cattivi?

La piattaforma è pensata per dare voce a tutti, partendo da chi non ne ha. Quando le persone si uniscono per una causa, non c’è niente che non possa essere realizzato.

  • Soyez le premier à aimer ceci

Matteo Cadeddu - Change.org: human centered change

  1. 1. Sommario • Cosa sono Change.org e le petizioni online • Come mettiamo l’utente la persona al centro • Chi sono i buoni e i cattivi? Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 2
  2. 2. Change.org La più grande piattaforma di cambiamento sociale Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 3
  3. 3. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 4 • Impresa sociale e B-Corp • 250 milioni di utenti hanno realizzato in 196 paesi 30mila vittorie • Tradotta in 14 lingue • 8 milioni di utenti in Italia dal 2012 hanno realizzato oltre 1000 cambiamenti Cos’è oggi
  4. 4. Permettere alle persone, ovunque si trovino, di realizzare il cambiamento che vorrebbero vedere. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 5 -- missionemissione didi Change.orgChange.org
  5. 5. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 6 Cos’era
  6. 6. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 7 La potenza di una storia • Ndumie Funda e la sua compagna, vittima di uno stupro "correttivo" • In 7 settimane costringe il governo del Sud Africa ad affrontare un tema su cui non si era mai espresso
  7. 7. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 8 Una campagna vincente
  8. 8. La potenza di una storia -2 9 • Salvatore Usala chiede fondi per la non autosufficienza • "Le docce gelate non bastano" • Nel 2015 il Governo stanzia 400 milioni
  9. 9. 10 Anatomia di una petizione
  10. 10. 11 Anatomia di una petizione -2
  11. 11. Human centered change Il cambiamento alla portata di tutti Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 12
  12. 12. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu L’utente al centro 13 È l’utente a lanciare la petizione, ad aggiornare i firmatari, a dichiarare vittoria È la community a valorizzare le cause, ad alimentare il dibattito, a spingere i decisori a intervenire
  13. 13. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu I facilitatori del cambiamento 14 Aiutiamo i cittadini a creare e portare avanti petizioni di successo Aiutiamo le organizzazioni e i decisori a dialogare con gli utenti Sviluppiamo strumenti tecnologici sempre più efficaci per la mobilitazione sociale
  14. 14. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu Indipendente 15 Promozioni Puntiamo a essere completamente finanziati dagli eroi di tutti i giorni, i cittadini Come facciamo a renderci sostenibili? Programma dei Changer Investitori
  15. 15. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu Semplice 16 Firmare o lanciare petizioni è gratuito per tutti. Basta essere provvisti di un indirizzo e-mail
  16. 16. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu In continuo miglioramento 17 1. Raccolta insight da team locali e help desk 2. Sviluppo MVP e test su segmenti (non solo in USA!) 3. Raccolta feedback qualitativi se necessario 4. Sviluppo prodotto finale, abbandono del progetto o nuove iterazioni
  17. 17. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu In continuo miglioramento -2 18 <- VS -> • Quale soluzione vince? • Metrica: "quality petitions created"
  18. 18. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu In continuo miglioramento -2 19 -30%Winner Next iteration Other explorations
  19. 19. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu Aperta 20 Chiunque può esprimersi, su qualsiasi tema, rispettando la legge e le nostre policy
  20. 20. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 21
  21. 21. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu 22
  22. 22. Matteo Cadeddu ◦ mcadeddu@change.org ◦ @mdeddu GRAZIE!

Change.org, con oltre 8 milioni di utenti in Italia, è la più grande piattaforma di attivismo online del nostro paese e nel mondo. Ogni giorno persone da tutto il pianeta si mobilitano per provare a cambiare quello che gli sta a cuore. E Change.org lavora per mantenere in piedi il ponte più facilmente percorribile tra chi ha piccoli e grandi cambiamenti da proporre e chi ha il potere di realizzarli. Siamo riusciti a rendere libero e gratuito un prodotto e un servizio globale, senza impattare o limitare l’esperienza dell’utente che non può o non vuole contribuire economicamente. Ma come fa Change.org, in un mondo in cui sta aumentando la polarizzazione delle idee, a rimanere aperta e indipendente? Chi sono veramente i buoni e i cattivi? La piattaforma è pensata per dare voce a tutti, partendo da chi non ne ha. Quando le persone si uniscono per una causa, non c’è niente che non possa essere realizzato.

Vues

Nombre de vues

222

Sur Slideshare

0

À partir des intégrations

0

Nombre d'intégrations

16

Actions

Téléchargements

0

Partages

0

Commentaires

0

Mentions J'aime

0

×