Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

IISS "Andrea Fantoni" di Clusone | Il mio lavoro sul web

197 vues

Publié le

Presentazione per gli studenti della scuola superiore A. Fantoni di Clusone, riguardante il lavoro sul Web e il marketing online.

Publié dans : Marketing
  • Login to see the comments

  • Soyez le premier à aimer ceci

IISS "Andrea Fantoni" di Clusone | Il mio lavoro sul web

  1. 1. Il mio lavoro sul web
  2. 2. Chi sono 2009 Ho iniziato ad interessarmi di Web e Marketing Digitale. 2013 Ho iniziato a fare consulenza per PMI. 2015 Mi sono diplomato al Fantoni e mi sono trasferito a Berlino dove lavoro per l’e-commerce Lesara. 2016 Ho iniziato ad occuparmi di formazione. 2018 Ho aperto FAVE Marketing, un’agenzia di marketing digitale-
  3. 3. Come funziona il marketing online?
  4. 4. Prendi il marketing e aggiungici l’informatica +
  5. 5. Prodotto - I dati sono il petrolio dell’era digitale ● Dati in tempo reale riguardo ai bisogni delle persone e alla dimensioni della domanda ● Velocizzazione dei cicli di produzione (time-to-market) e riduzione degli sprechi e resti di magazzino ● Impatto positivo sul cash-flow dell’azienda https://trends.google.com/trends/
  6. 6. Prezzo - Aggiustamenti in tempo reale ● Dati in tempo reale riguardo ai prezzi dei propri concorrenti e del mercato ● Aggiustamento dinamico dei prezzi in base al paese, all’orario e ad altri fattori esterni (es. pensa ai prezzi di un volo aereo) ● Nell’esempio a sinistra, appena la temperatura a Milano è sopra i 35° le ricerche su Google per la parola “condizionatori” schizzano alle stelle e Amazon aumenta il prezzo dei prodotti.
  7. 7. Punto Vendita/distribuzione Il web e il cloud computing hanno portato alla nascità (o innovato) di nuovi metodi di distribuzione: ● SAAS (Software as a Service): paghi una quota mensile per utilizzare un servizio. Non devi pagare alcun extra per gli aggiornamenti. ● Freemium: ti erogano un servizio gratuitamente, ma per poter usufruire di tutte le possibilità devi pagare.
  8. 8. Promozione = Pubblicità
  9. 9. I diversi tipi di pubblicità online SEM = Search Engine Marketing SEA = Traffico a pagamento SEO = Traffico “gratis” SMM = Social Media Marketing. Email Marketing Display Marketing Affiliazioni & Influencer Marketing Video
  10. 10. Come funziona la pubblicità online? ● Ogni giorno miliardi di persone si connettono ad internet per diverse ragioni: ○ Per cercare informazioni ○ Per fare acquisti ○ Per passare il tempo ○ Perchè vogliono far qualcosa ● Il mio obiettivo è quello di mostrare la mia pubblicità (Impressione) a persone potenzialmente interessate (Target Audience) a quello che offro. Convincerle ad andare sul mio sito (Click) e a completare un’azione (Conversione) che genera fatturato oppure un contatto (Lead Generation) da passare all’ufficio commerciale. ● Tutto ciò deve essere cost-efficient (CIR o ROAS) e deve permettermi di acquisire clienti che si fidelizzeranno (Customer Lifetime Value)
  11. 11. Come si misura la pubblicità online? Impressione (L’utente vede la mia pubblicità) Click (L’utente decide di aprire il mio sito) Click-Through-Rate (Gli utenti a cui mostro le mie pubblicità sono interessati?) # Clicks / # Impressioni % Conversione (€) (L’utente decide di acquistare oppure lasciarmi il suo contatto) Tasso di Conversione (Gli utenti a che porto sul sito sono interessati a quello che offro?) # Conversioni / # Clicks % CPM (Costo per 1.000 Impressioni) (Costi / Impressioni) x 1000 CPC (Costo per Click) Costi / Click CPL o CPA (Costo per Lead o Costo per Acquisizione) Costi / # Conversioni CIR (Incidenza del Marketing sulle Entrate) Costi di Marketing / Entrate % Conveniente per chi vende la pubblicità Conveniente per chi acquista la pubblicità } Quando pago chi mi vende la visibilità?
  12. 12. Chi decide i CPM, CPC e CPL? ● Ogni volta che qualcuno cerca su Google oppure usa Facebook avviene un’asta. ● Le diverse aziende interessate offrono dei soldi per gli spazi pubblicitari in base ai loro obiettivi (viene effettuata un’asta per ogni singolo utente). ● Il prezzo varia in base alle caratteristiche dell’utente e a quante soldi porterà all’azienda: ○ che dispositivo sta usando? ○ dove si trova? ○ che giorno/ora/giorno del mese/… è? ○ ha già visitato il mio sito? ○ ha già compiuto un’azione sul mio sito? ○ è pronto ad acquistare? ○ che siti legge solitamente? ○ che sesso/età/reddito ha? ○ sta per andare in pensione/vacanza ? ○ ...
  13. 13. Come faccio a sapere l’andamento del mio sito? L’utente 1000 sta visitando la homepage L’utente 1000 ha cliccato sull’annuncio XYZ Ogni volta che clicchi su una pubblicità e apri un sito web - delle informazioni vengono inviate ad un computer esterno (server) che le colleziona e le immagazzina in un database che sarà poi usato da chi controlla l’andamento del sito. Allo stesso tempo dei piccoli pezzi di informazione (Cookie) vengono installati sul tuo browser. Queste informazioni verranno usate in futuro per sapere che non è la prima volta che visiti quel sito oppure per mostrati delle pubblicità dei prodotti che hai visto sul sito (Retargeting o Remarketing).
  14. 14. E se è una pubblicità “non-cliccabile”? ● Per tracciare i risultati ottenuti con i canali di marketing offline (es. TV, cartellonistica, giornali,..) si utilizzano: ○ Codici sconto ○ Le carte fedeltà ○ Si guarda l’incremento di visitatori durante la messa in onda dello spot ○ Si guarda a quante persone conosco il brand in una determinata zona
  15. 15. Dove vanno a finire i dati che raccolgo? Le informazioni vengono poi elaborate dal server e caricate sulle piattaforme di Web Analytics che permettono a chi gestisce il sito di capire come stanno andando gli investimenti pubblicitari, come gli utenti utilizzano il sito e cosa va aggiustato. Esistono piattaforme come Hotjar che permettono di “registrare” i movimenti del cursore del mouse di ogni singolo utente.
  16. 16. Come si migliora(ottimizza) un sito web? Utilizzando i dati raccolti con la Web Analytics, si definiscono delle ipotesi che vengono poi verificate con un processo chiamato A/B Testing. Vengono create due versioni della stessa pagina: una versione rimane invariata (gruppo di controllo) e sull’altra invece viene implementata la modifica. Al 50% degli utenti verrà mostrata la prima versione, mentre all’altro 50% la seconda versione. Si analizzano i comportamenti degli utenti e si trova la versione vincente. Nell’esempio sopra ho notato che se chiamo il pulsante “Compra su Amazon” ottengo il 70% di click in più rispetto a quando il pulsante si chiama “Vedi i prezzi su Amazon”.
  17. 17. Che cos’è Google e come funziona?
  18. 18. Che cos’è Google? Google è un motore di ricerca - un software che raccoglie, cataloga e classifica i contenuti sul web.
  19. 19. 1. Come funziona Google? Google utilizza dei software chiamati Crawler o Spider. Come l’animale, quei programmi navigano in lungo e in largo il web alla ricerca di nuove pagine e siti web. Per farlo, utilizzano i link - quei collegamenti che ti portano da un sito A a un sito B.
  20. 20. 2. Come funziona Google? Gli Spider si “copiano” il contenuto delle pagine che visitano e poi lo depositano all’interno di un grandissimo database chiamato l’indice di Google. In 20 anni Google è riuscito a mettere all’interno della sua biblioteca soltanto il 16% del web! Una delle più grandi sfide di Google è quella ampliare il suo indice, ma al tempo stesso tenerlo aggiornato (se una pagina viene aggiornata, la stessa cosa deve essere fatta all’interno dell’indice).
  21. 21. 3. Come funziona Google? L’animale? La macchina? L’antivirus? La seconda sfida di Google riguarda la classificazione dei contenuti. Cioè deve riordinare tutte le pagine dalla più rilevante alla meno rilevante per l’utente. Esistono oltre 500 fattori che Google tiene in considerazione per valutare la qualità di un sito web (Es. titolo della pagina, velocità di caricamento, immagini,..). Google è diventato leader mondiale del settore perchè è stato il primo motore di ricerca a considerare i link come un fattore di autorevolezza di un sito. L’algoritmo Page Rank valuta la quantità e la qualità dei link ricevuti da un sito.
  22. 22. Come funziona il marketing su Google? SEA = Traffico a pagamento SEO = Traffico “gratis” SEA (ricerca a pagamento) = in pochi minuti posso essere in cima alle pagine dei risultati di ricerca e portare utenti sul mio sito. Il giorno in cui smettono di spendere, Google mi rimuoverà dai risultati di ricerca. SEO (ricerca organica) = devo investire tempo (mesi) per aumentare l’autorevolezza del mio sito. Non devo pagare nulla per portare utenti sul mio sito. A differenza della SEA, i risultati della SEO sono duraturi.
  23. 23. L’arte della SEO La SEO viene definita un’arte proprio perchè ci sono poche regole scritte e due strategie completamente opposte possono portare agli stessi risultati. Per imparare e migliorare bisogna testare, testare, testare,.. .

×