Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Castel Madama - Prevenzione incendi e pulizia dei fondi incolti

Ordinanza Sindacale n. 71 del 8 maggio 2019

  • Soyez le premier à commenter

  • Soyez le premier à aimer ceci

Castel Madama - Prevenzione incendi e pulizia dei fondi incolti

  1. 1. COMUNE DI CASTET MAT}AMA (Gitta Metropolitana di Roma Gapitale) PREVENZIONE INCENDI E PULIZIA DEI FONDI INGOLTI ORDINANZA N. 7{ 12019 IL SINDACO Constatato lo stato di incuria ed abbandono di taluni appezzamenti di tereno di proprietd privata, posti sia all'interno che all'esterno della cinta urbana, divenuti ricettacolo di rifiuti vari, erbe incolte e dimora stabile di ratti serpi e quant'altro; Ritenuto pertanto indispensabile adottare gli opportuni prowedimenti tesi all'esecuzione di urgenti interventi di pulizia delle aree degradate con particolare riguardo per quelle poste all'interno della cinta urbana e quindi in prossimiti di civili abitazioni o plessi scolastici, a salvaguardia dell'igiene pubblica e della pubblica incolumitii, tenuto conto anche della possibilite di incendio di sterpaglie in vista dell'approssimarsi della stagione estiva; Considerato che le situazioni predette possono potenzialmente favorire lo sviluppo di incendi durante la stagione estiva ed in particolare durante il periodo massimo di rischio incendi boschivi che va dal 15 giugno al30 settembre di ciascun anno; Visto l'art. 50, comma 5, del D. Lgs. 18108/2000 n.267 e successive modifiche ed integrazioni; Visti gli artt. 192,255 e256 del D. Lgs.03/0412006 n. 152; Vista la L.R. 28 ottobre 20A2 n.39; Visto il Regolamento Regionale 18 aprile 2005 n. 7; Vista la Legge quadro sugli incendi boschivi I novembre 2000, n. 353; Visto l'art. 14, comma 8 lett."h" del D.L. n. 9l/2014 come convertito con modifiche dalla Legge 1l/0812014, n. 116; Vista la nota n. 5294 del16.04.2019 da parte della Regione Lazio - A.R.P.C. con la quale viene confermato per il periodo 15 giugno / 30 settembre p.v. il rischio incendio boschivo su tutto il tenitorio della Regione Lazio. Disposizioni di carattere generale ORDINA industriali dismesse, i responsabili dei cantieri stradali, gli amministratori degli stabili con annesse aree verdi pertinenziali, i proprietari di aree recanti depositi temporanei e permanenti all'aperto in aree in genere inedificate, ciascuno per le rispettive competenze, devono prowedere alla loro manutenzione tenendoli sempre sgombri da detriti, immondizie, materiali putrescibili, macchinari obsoleti, carcasse di autoveicoli e da qualsiasi altro tipo di rifiuto; disinfestazione da mosche,zanzare,topi ed altri agenti infestanti;
  2. 2. DISPONE Chiunque viola la presente ordinanza d soggetto alle seguenti sanzioni: a) Nel caso di mancata pulizia delle aree incolte sia pubbliche che private da: l. fifiuti pericolosi g/o ineombranti ivi presenti o depositati, ai sensi dell'art.255, comma 1 del D. Lgs. n. 152/2006 sari applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 105,00 ad Euro 620,00; 2. rifiuti non pericolosi e non ineombranti ivi presenti o depositati ai sensi dell'art. 255, comma 1 del D. Lgs. n, 15212006 sari applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 ad Euro 150,00, fatta salva l'applicazione delle previste sanzioni penali nel caso in cui il trasgressore sia titolare d impresa o responsabile di ente, secondo le previsioni dell'art. 256 del D, Lgs. n. r5212006; b) Nel caso di incuria ed abbandono di aree agricole non coltivate, aree verdi urbane ed aree verdi pertinenziali, ai sensi dell'art. 7 bis del D. Lgs. 18/08/2000 n.267, sard applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25100 ad Euro 500100, e la conseguente sanzione amministrativa accessoria dell'obbligo del ripristino dello stato dei luoghi a spese dell'autore della violazione; c) Nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attivitd determinanti, anche solo potenzialmente, l'innesco d'incendio nel periodo compreso tra il l5 giugno ed il 30 settembre, sarit applicata una sanzione amministrativa da Euro 1032,00 ad Euro 10.329,00, ai sensi dell'art. 10, comma 7, della Legge 21.11.2000 n. 353 e nel contempo verrir inoltrata denuncia all'AutoritA Giudiziaria ai sensi dell'art. 650 del Codice Penale. Contro la presente ordinanza d ammesso, nel termine di 60 giorni dalla notificazione, ricorso al Tribunale amministrativo regionale del Lazio (legge 6 dicembre 1971, n, 1034), oppure, in via alternativa e previo pagamento del contributo unificato nella misura prevista dalla legge, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, da proporre entro 120 giorni dalla notificazione (d.P.R. 24 novembre 197L, n. 1199). Si avverte che in caso di omissione del suddetto pagamento, del quale dovrd comunque essere data prova all'atto della presentazione del ricorso, si procederi ad eflettuarne l'esazione soattiva. La Forza Pubblica tutta, la Stazione CC. di Castel Madama, il Corpo di Polizia Locale di Castel Madama e gli appartenenti all'Associazione F.E.D.R.A., sono incaricati, ciascuno per quanto di rispettiva cornpetenza, di cutare I'esecuzione e difar rispettare la presente ordinanza. Gastel Madaman O8,05.2O{9 !L stNDAco { omenico Pascudpi)Domenico P (, u oc:lltzJl-r

×