Ce diaporama a bien été signalé.
Nous utilisons votre profil LinkedIn et vos données d’activité pour vous proposer des publicités personnalisées et pertinentes. Vous pouvez changer vos préférences de publicités à tout moment.

Esercizi pulcini secondo anno

11 347 vues

Publié le

Pulcini secondo anno - La psicocinetica applicata allo sviluppo delle capacità tecniche
Giuseppe Pietrocini - Mauro Rubba
http://www.calzetti-mariucci.it/shop/prodotti/pulcini-secondo-anno-la-psicocinetica-applicata-allo-sviluppo-delle-capacita-tecniche

Publié dans : Sports
  • Dating direct: ♥♥♥ http://bit.ly/2u6xbL5 ♥♥♥
       Répondre 
    Voulez-vous vraiment ?  Oui  Non
    Votre message apparaîtra ici
  • Dating for everyone is here: ❤❤❤ http://bit.ly/2u6xbL5 ❤❤❤
       Répondre 
    Voulez-vous vraiment ?  Oui  Non
    Votre message apparaîtra ici

Esercizi pulcini secondo anno

  1. 1. 46 MODULO 1 - Ottobre Lezione 1ATTIVAZIONE Lunedì ESERCIZIO DI ATTIVAZIONE IN PERCORSO COORDINATIVO In uno spazio di gioco 15X15 metri, 3 bambini (le volpi) partono dalle tane, devono cercare di scambiarsi le posizioni per tre volte. Nella tana non si può sostare più di uno. Attenzione al cane: chi viene toccato è eliminato e si trasforma in cane. Variante: - aumento o diminuzione dello spazio di gioco; - il cane possiede un pallone con il quale colpisce le volpi; - aumento il numero delle volpi. Venerdì ESERCIZI DI PALLEGGIO Palleggi liberi o su indicazione dell’istruttore. All’istruttoreèdemandatoilcompitodiapportarequellevarianti,neiduediversigiornidilunedìevenerdì, allesuccessioni,distanze,assunzionedeiruoli,chepermettanounapiùcompletapresadiresponsabilità esecutivadapartedelgiovanecalciatore. TI PASSO IL MIO PALLONE Trasmissione di palla, stop con un piede e passaggio con l’altro. Variante: - aumentare e diminuire le distanze, inserire palloni di dimensioni diverse, inserire attrezzi. PSICOCINETICA – PUNTO IL COLORE PSICOCINETICA: due squadre, sfida a chi arriva prima. Al via l’istruttore (1) dirà, es.: destro–destro–sinistro–rosso. Il bambino posto in mezzo a due paletti dovrà eseguire il comando alzando la mano destra–destra–sinistra, subito dopo andrà in guida in slalom tra i coni partendo dal colore chiamato dall’istruttore, nell’esempio il rosso, e finire lo slalom in guida tra i coni quando arriverà all’altro cono rosso, qui ci girerà intorno, fino a che l’istruttore (2) chiamerà di nuovo un colore, esempio verde, ed il bambino dovrà condurre il pallone all’interno del cono verde. Chi arriva prima vince. Il punto è valido solo quando la palla entra dentro il cerchio. PASSA LA PALLA AL PROPRIO CAPITANO Due gruppi di bambini giocano tra loro con una palla, in un ampio spazio delimitato. A rotazioni un componente di ogni squadra assume il ruolo di capitano. Ogni passaggio al proprio capitano vale un punto. Vince la squadra che per prima raggiunge il punteggio stabilito in partenza (per es. 5 volte). La squadra che momentaneamente non è in possesso di palla dovrà cercare di recuperare la palla per effettuare i passaggi al proprio capitano. PASSA LA PALLA E GIOCA L’1 CONTRO1 Un calciatore trasmette il pallone all’altro, dopodichè si confrontano in un 1 contro 1, punto valido quando in guida si supera la porta difesa dall’altro, da dove è partito il passaggio. Variante: - punto valido se si raggiunge uno degli angoli; - obbligatoria una finta prima del dribbling. 10’ 70’ ATTIVITÀTECNICO-TATTICHE Tecnici trasmissione della palla; guida della palla Tattico-cognitivi superamento dell’avversario; orientamento nello spazio; muoversi nello spazio per ricevere; spostarsi per contrastare l’avversario; capacità di spostarsi in uno spazio libero; protezione della palla; smarcarsi in uno spazio Coordinativi combinazione motoria; organizzazione spazio-temporale; anticipazione motoria; capacità di differenziazione cinestetica; equilibrio; ritmizzazione; reazione motoria; adattamento e trasformazione; fantasia motoria Fisico-motori rapidità; mobilità articolare; capacità di reazione; capacità di controllo motorio OBIETTIVI 10’ Lunedì/Venerdì FASEINIZIALE PARTITA LIBERA FASEFINALEFASECENTRALE Pietrocini2013_Pulcini 24/06/14 10.32 Pagina 46
  2. 2. 47 Obiettivo: Sviluppo e potenziamento delle capacità di reazione motoria, orientamento spazio-temporale. ESERCIZIO DI TRASMISSIONE DI PALLA SITUAZIONALE 10’ TIMING PERCORSO COORDINATIVO Palleggi liberi Obiettivo: Perfezionamento del controllo di palla ESERCIZIO PER LA TRASMISSIONE DI PALLA 10’ 10’ 10’ 15’ 15’ Obiettivo tecnico-situazionale: Perfezionamento del passaggio in forma di tattica individuale Obiettivo tecnico-analitico: Perfezionamento del passaggio 20’ ESERCIZIO PER LA CONDUZIONE DI PALLA IN REGIME DI PSICOCINETICA FASEINIZIALE PARTITA LIBERA Obiettivo: Focalizzazione sulla tecnica e sulla tattica durante il gioco FASEFINALE ESERCIZIO DI CONDUZIONE DI PALLA SITUAZIONALE Obiettivo tecnico-analitico: Perfezionamento della guida Obiettivo: Perfezionamento della conduzione palla in forma di tattica individuale FASECENTRALE Pietrocini2013_Pulcini 24/06/14 10.32 Pagina 47
  3. 3. 48 MODULO 1 - Ottobre Lezione 2ATTIVAZIONE Lunedì PSICOCINETICA: SVILUPPO DELLA PSICOCINETICA Si gioca da 4 contro 4 ad un massimo di 6 contro 6 in uno spazio di gioco di massimo 25x20 metri. Le squadre divise in quattro gruppi di diverso colore ciascuna dovranno passarsi la palla con le mani per raggiungere l’obiettivo di 5 passaggi consecutivi. Le squadre si raggruppano a coppie di colori ad es. blu-rossi contro verdi-bianchi. Varianti 1) si cambiano in continuazione le coppie di colori; 2) non si può passare la palla a chi ce l’ha appena passata; 3) l’obiettivo finale è quello di arrivare a 10 passaggi consecutivi in crescendo; 4) varie tipologie di passaggio cambiando tipologia ad ogni passaggio effettuato. Venerdì PSICOCINETICA: SVILUPPO DELLA PSICOCINETICA Stesso esercizio del lunedì All’istruttoreèdemandatoilcompitodiapportarequellevarianti,neiduediversigiornidilunedìevenerdì, allesuccessioni,distanze,assunzionedeiruoli,chepermettanounapiùcompletapresadiresponsabilità esecutivadapartedelgiovanecalciatore. GARA TIRI CON AUTOPASSAGGIO Due squadre si confrontano in una gara di tiri in porta con autopassaggio. I tiri in porta devono essere effettuati in un tempo determinato dall’istruttore (es.5’). Vince la squadra che ha realizzato il maggior numero di reti. Varianti: - vince la squadra che arriva per prima a 15 gol; - L’attaccante ed il portiere effettuano l’autopassaggio ed il tiro/parata dopo un percorso. TI PASSO LA PALLA E VADO A trasmette il pallone a B facendo attenzione di farlo passare tra i conetti e le porticine, una volta trasmesso il pallone A, passando a fianco ai conetti centrali va in file dove era B, che nel frattempo ricevuto il pallone lo trasmette dopo uno stop a C. B dopo aver trasmesso il pallone va a fare la fila dietro C. C dopo uno stop, trasmette il pallone ad A giro continuo di 10 minuti. PARTITA 3 CONTRO 3 CON 10 PALLONI INTORNO AL CAMPO In un campo 35x25 metri con 10 palloni posti intorno al rettangolo di gioco, 3 per ogni conetto diversamente colorato, si confrontano due squadre in un 3 contro 3. Ogni volta che la palla esce dal campo i giocatori su indicazione dell’istruttore, recupereranno un altro pallone per giocare a seconda del colore chiamato. La palla viene introdotta in campo dal giocatore che arriva primo su uno dei palloni Varianti: - ogni volta che si introduce una palla si cambia anche campo; - si può introdurre un nuovo pallone prima che sia uscito il precedente. DISTURBA IL PASSAGGIO L’esercizio consiste nell’effettuare una serie di passaggi frontali ostacolati da un avversario situata in una zona delimitata (quadrato). Dopo un numero di passaggi definito (es. 20) si effettua una rotazione dei ruoli. Quando il difensore intercetta il pallone, per fare a sua volta 1 punto, lo deve portare oltre la linea di fondo di uno dei due giocatori con la maglia blu. Varianti: - aumento del numero degli attaccanti; - aumento del numero dei difensori; - difensore posto sulla linea o nella zona. 10’ 70’ ATTIVITÀTECNICO-TATTICHE Tecnici tiro in porta; trasmissione della palla Tattico-cognitivi marcamento; spostamento nello spazio in funzione del calciatore in possesso di palla; superamento dell’avversario; orientamento nello spazio; muoversi nello spazio per ricevere Coordinativi combinazione motoria; organizzazione spazio-temporale; adattamento e trasformazione; fantasia motoria; differenziazione; anticipazione motoria; capacità di differenziazione cinestetica, equilibrio Fisico-motori rapidità; sincronizzazione neuromuscolare; mobilità articolare OBIETTIVI 10’ Lunedì/Venerdì FASEINIZIALE PARTITA LIBERA FASEFINALEFASECENTRALE Pietrocini2013_Pulcini 24/06/14 10.32 Pagina 48
  4. 4. 49 Obiettivo: sviluppo dell’attenzione ESERCIZIO DI PASSAGGIO, CONTROLLO E GUIDA DELLA PALLA 10’ TIMING SVILUPPO DELLA PSICOCINETICA Obiettivo: Sviluppo e potenziamento delle capacità coordinative in regime di psicocinetica ESERCIZIO PER IL TIRO IN PORTA 10’ 10’ 10’ 15’ 15’ Obiettivo tecnico-situazionale: Perfezionamento di conduzione, ricezione e trasmissione Obiettivo tecnico-analitico: Perfezionamento del tiro in porta 20’ Obiettivo tecnico-analitico: Perfezionamento del passaggio ESERCIZIO PER LA TRASMISSIONE DI PALLA FASEINIZIALE PARTITA LIBERA Obiettivo: Focalizzazione sulla tecnica e sulla tattica durante il gioco FASEFINALE ESERCIZIO DI TRASMISSIONE DI PALLA SITUAZIONALE Obiettivo tecnico-situazionale: Perfezionamento del passaggio in tattica individuale FASECENTRALE Pietrocini2013_Pulcini 24/06/14 10.32 Pagina 49
  5. 5. 50 MODULO 1 - Ottobre Lezione 3ATTIVAZIONE Lunedì PSICOCINETICA: NUMERO + COLORE Il calciatore al via esegue uno skip sul posto, al secondo via deve saltare l’over e spostarsi orizzontalmente nello spazio relativo al numero detto e scattare sul cono del colore chiamato. Varianti: - spostarsi sullo spazio opposto al numero detto; - inserire degli esercizi all'interno degli spazi (skip, balzi ecc.); - a coppie chi comanda va nel quadrato del numero detto, l'altro va nell'opposto.Venerdì PSICOCINETICA: NUMERO + COLORE Stesso esercizio del lunedì. All’istruttoreèdemandatoilcompitodiapportarequellevarianti,neiduediversigiornidilunedìevenerdì, allesuccessioni,distanze,assunzionedeiruoli,chepermettanounapiùcompletapresadiresponsabilità esecutivadapartedelgiovanecalciatore. COLPO DI TESTA STANDARD A lancia il pallone a B che colpisce di testa indirizzando il pallone ad A. Variante: colpo di testa diretto; colpo di testa schiacciato; colpo di testa con “stacco”. Dopo 5 colpi di testa si invertono i ruoli. LA SFIDA GOL In uno spazio di gioco 15X8 metri, si dispongono 4 porte. A fianco di ogni porta sono posizionati alcuni palloni colorati (per es. all’interno di un cerchio), ad ogni porta si posiziona un bambino che nel frattempo avrà sistemato una palla sulla riga della porta. Al segnale di partenza i giocatori, corrono velocemente verso la porta opposta ed effettuano un tiro verso quella da cui erano partiti. Ogni bambino effettuerà 5 tiri, al termine vince la squadra con più gol. Variante: - prima di raggiungere la palla si dovrà passare un percorso. COLPO DI TESTA SITUAZIONALE Partita 3 contro 3, gol valido di testa. I calciatori si trasmettono il pallone con le mani. Area zona franca, nessuno ci può entrare. Variante: - il passaggio avviene di testa con palla autoalzata con le mani sulla testa. NON VEDO IL COLORE GIUSTO 1 contro 1. Due giocatori girati di spalle sono posizionati tra 2 palloni posti 1 al cono rosso e 1 in quello blu, saltellano sul posto, alla chiamata dell'allenatore (colore rosso o blu), i due giocatori si girano di scatto, corrono verso il cono chiamato per impadronirsi del pallone, chi arriva prima attacca, l’altro difende. Chi attacca deve tentare di far gol, chi difende deve portare il pallone in conduzione oltre i coni passando all’esterno di essi. Varianti: - associando i palloni ad un numero; - 2 contro 2, 3 contro 3, 4 contro 4; - 2 contro1, 3 contro 2, 4 contro 3. 10’ 70’ ATTIVITÀTECNICO-TATTICHE Tecnici tiro in porta; colpo di testa Tattico-cognitivi marcamento; spostamento nello spazio in funzione del calciatore in possesso di palla; orientamento nello spazio; muoversi nello spazio per ricevere Coordinativi combinazione motoria; organizzazione spazio- temporale; adattamento e trasformazione; fantasia motoria; differenziazione; equilibrio; anticipazione motoria Fisico-motori rapidità; sincronizzazione neuromuscolare; capacità di reazione; capacità di controllo motorio; mobilità articolare; forza OBIETTIVI 10’ Lunedì/Venerdì FASEINIZIALE PARTITA LIBERA FASEFINALEFASECENTRALE Pietrocini2013_Pulcini 24/06/14 10.32 Pagina 50

×